SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma, un nuovo Velodromo per un ciclismo in tutta sicurezza

Appello del Prof. Giuseppe Capua : "Un velodromo a Roma potrebbe diventare un punto di riferimento per la crescita del ciclismo giovanile, ispirando la prossima generazione di campioni. Spero che le istituzioni e gli appassionati di ciclismo si uniscano per far sì che questa visione diventi realtà

printDi :: 22 aprile 2024 10:36
Velodromo all'aperto foto pixabay

Velodromo all'aperto foto pixabay

(AGR) "Da Bartali a Coppi, da Gimondi a Moser, da Pantani a Cipollini fino a Nibali, il nostro Paese vanta una tradizione ciclistica leggendaria. Tra 15 giorni partirà uno degli eventi più attesi: il Giro d'Italia che culminerà nel cuore di Roma.
Eppure, mentre il ciclismo è nel DNA italiano, ci troviamo di fronte a una triste realtà: Roma, la capitale, non dispone di un velodromo...

Dopo la demolizione nel 2008 del velodromo olimpico all'EUR, peraltro inutilizzato da decenni, l’unico impianto si trova a Forano, 60 km da Roma in direzione Rieti. Questa mancanza è incredibile se pensiamo al potenziale che una struttura del genere potrebbe offrire. Le difficoltà che una città come Roma presenta nel coinvolgere i ragazzi e i bambini nel ciclismo potrebbero essere superate se vi fosse una struttura dove iniziare a praticare questo sport in maniera totalmente sicura.
Immaginate i giovani pedalatori romani che possono allenarsi in un ambiente dedicato, lontano dal caos del traffico e con tutte le necessarie misure di sicurezza.

Proprio il 22 aprile di 7 anni fa Michele Scarponi, campione e vincitore del Giro 2011, perdeva la vita in un incidente stradale mentre si allenava.Un velodromo a Roma potrebbe diventare un punto di riferimento per la crescita del ciclismo giovanile, ispirando la prossima generazione di campioni. Spero che le istituzioni e gli appassionati del ciclismo si uniscano per far sì che questa visione diventi realtà. Il ciclismo è più di uno sport. È una passione che unisce, un'opportunità per crescere e sfidarsi.Diamo ai nostri giovani la possibilità di scoprire questo mondo, costruendo il futuro del ciclismo italiano su una base solida e accessibile a tutti".

Prof. Giuseppe Capua
Medico Specialista in Medicina e Traumatologia dello Sport
Presidente Commissione Antidoping FIGC

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE