SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

In Italia, la vacanza è ancora sinonimo di mare e balneazione

Dal "Sun 2020" di Rimini, Antonio Capacchione, presidente nazionale del S.I.B. ha colto l'occasione per rivendicare il ruolo e la funzione degli stabilimenti balneari italiani nell'ambito del turismo del nostro Paese.

printDi :: 16 ottobre 2020 15:58
In Italia, la vacanza è ancora sinonimo di mare e balneazione

(AGR) Antonio Capacchione, presidente nazionale del S.I.B./FIPE-Confcommercio al SUN di Rimini ha colto l'occasione per rivendicare il ruolo e la funzione degli stabilimenti balneari italiani nell'ambito del turismo del nostro Paese. “L'emergenza epidemiologica ha fatto emergere quanto sia importante il turismo per l'economia complessiva dell’Italia - ha dichiarato Capacchione - perché non riguarda solo le aziende direttamente impegnate per fornire i servizi turistici in senso stretto (dalla ricettività alla somministrazione; dalle agenzie di viaggio alla balneazione; ecc.) ma anche un esteso indotto (dai trasporti alle manutenzioni; dall'alimentare all'intrattenimento; ecc.)”.

Ecco perché la crisi del turismo riguarda un sistema economico ben più ampio delle aziende direttamente interessate. Ma quanto accaduto nelle scorse settimane ha, inequivocabilmente, dimostrato che il turismo italiano è inconcepibile senza il segmento “mare" e la balneazione attrezzata italiana.

Tutte le agenzie e Istituti di rilevamento hanno accertato che la vacanza continua ad essere sinonimo di “vacanza al mare", e la scelta della domanda turistica si è indirizzata verso la balneazione attrezzata che ha costituito il modello al quale hanno, persino, guardato i Comuni costretti a garantire adeguati livelli di sicurezza sulle spiagge libere. “Pertanto - ha continuato il presidente del S.I.B. - di fronte all’importanza del settore, sconcerta ancora di più che le Istituzioni siano in ritardo nella sua messa in sicurezza giuridica ed economica di 30.000 aziende.

Il Sindacato è impegnato a eliminare questo ingiusto e sbagliato trattamento riservato dalla politica e dalle Istituzioni nei confronti di aziende che, al contrario, meritano di essere adeguatamente salvaguardate e tutelate”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE