SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Windsurf, le regate della "Spring Cup" riempiono di colori il mare di Anzio

Grande partecipazione alle regate svoltesi nel fine settimana e per il secondo anno consecutivo ad Anzio. Una manifestazione che ha rispettato e rinsaldato lo spirito marinaro e sportivo della città. Variabili le condizioni meteo, poco vento il primo giorno e raffiche sino a 28 nodi il secondo

printDi :: 11 aprile 2022 10:35
Windsurf spring cup Anzio

Windsurf spring cup Anzio

(AGR) Testo e foto di Gianni Loperfido

Torna ad Anzio, per il secondo anno consecutivo, la Regata Nazionale Spring Cup-Windsurfer organizzato dall’EastBay Yachting Club Anzio in collaborazione col Circolo Velico Anzio Tirrena. Sono stati due giorni di regate, del 9 e 10 aprile, che ha visto cimentarsi 76 atleti divisi in due classi, leggeri, fino a 76,6 chili di peso e pesanti per quelli oltre, nelle categorie sia maschile che femminile. Il porto e la città è stato invaso dalla comitiva festante dei windsurfisti, decine di vele colorate hanno acceso di colori il porto. Le condizioni meteò sono state variabili e impegnative, con poco vento di libeccio, con onde di 1,5 metri il primo giorno, per poi finire, il secondo giorno, con vento più sostenuto e alternato di Maestrale e di Tramontana che ha raggiunto raffiche fino ai 28 nodi di intensità.

Nel totale delle 5 prove disputate per ciascuna classe, su un percorso a bastone, si è classificata al primo posto, nella categoria femminile, “l’esperta” Valeria Zullo, ITA1710 dell’Assoc. Sport. Albaria, seguita al secondo da Manuela Arcidiacono, ITA252 dello stesso Circolo e al terzo posto da “nonna” Simona Cristofori, ITA107 del RCC Tevere Remo.

Per la Categoria juniores, si è imposto Luca Straccialini, ITA 217 del CDV-Surfing Sports Pes, seguito da Antonino Giammarco, ITA 340 sempre dello stesso Circolo e a seguire la “tredicenne” Benedetta Barone, ITA 230 del Circolo Canottieri Aniene. Per quanto riguarda i leggeri, il “veterano” Luca Frascari, ITA2251 del EastBay Club è riuscito a primeggiare in ambedue le classifiche di giornata e quindi risultare al primo posto, seguito da Marco Ferrera, ITA87 dell’Assoc. Sport. Albaria e da Marco Millefiorini, ITA739 del EastBay Club.

Nella categoria pesanti, il Campione Mondiale Windsurfer in carica Alessandro Torzoni, ITA90 del GDV Piombino è riuscito con tutti primi di giornata a relegare al secondo posto “Peppe” Barone, ITA105 del Circolo Canottieri Aniene seguito da Giampaolo Fantozzi, ITA504 del Windsurfer Shilling.

Il Comitato di Regata presieduto “dall’immancabile anziate” Giudice Mario de Grenet, è stato complimentato e applaudito dagli stessi regatanti per l’ineccepibile conduzione tecnica delle gare e per aver avuto l’idea di far effettuare, a inizio Manifestazione, l’ingresso di tutti i windsurf all’interno del vasto porto di Anzio, con l’autorizzazione della Capitaneria del Porto. Una sfilata, molto spettacolare e colorata, che ha dato il benvenuto all’altra 2^ Manifestazione DIPORTANZIO dedicata al Charter Nautico, in concomitanza nello stesso week end. Eventi che dopo le vicissitudini e le limitazioni sportive imposte dal Covid stanno, pian piano riprendendo sia a livello nazionale che zonale.

Purtroppo, però, per Anzio la situazione di ripresa si è andata sempre più rallentando causata da uno “stallo” che dura da anni. A detta degli esperti del settore Nautico, e non solo, questo dipende soprattutto dalla mancanza di un nuovo porto. Una “tiritera” che sentiamo ripetere da cittadini, da Amministrazioni Comunali e Regionali che si rimpallano il problema. Le cose non si possono risolvere “tout court” aspettando la “manna dal cielo” con un nuovo porto risolutore di tutti i mali.

Anzio è legata al mare per tradizione e per vocazione ma sembra che la cittadinanza non voglia o non sappia investire in quello che più gli è caro e attraverso il mare adattarsi ai sistemi di rinnovo e di modernità che oggi vengono sempre più richiesti per stare al passo coi tempi: tecnologici, ecologici e di prestigio. Gli sport nautici, in particolare, con le loro Manifestazioni devono coinvolgere maggiormente la popolazione, la cui comunicazione e la conseguente partecipazione attiva deve essere un vanto per ogni cittadino che va informato e coinvolto come pure non si deve delegare l’organizzazione ai rispettivi singoli Circoli Nautici.

Anzio Vela è fuori da anni dal Circuito Eurolymp delle regate internazionali e non basta una regata del “nostalgico” windsurfer di oltre cinquantaquattrenni di media per farla rinascere, come pure non è sufficiente accontentarsi di un Nuovo Marina come quello di Nettuno, con problemi di insabbiamento all’ingresso con conseguenti difficoltà di svolgere regate sicure, solo per farne uno “Nuovo e Accomodante” ad Anzio.

Photo gallery

Windsurf spring cup Anzio
Windsurf spring cup Anzio
Windsurf spring cup Anzio
Windsurf spring cup Anzio
Windsurf spring cup Anzio
Windsurf spring cup Anzio

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE