SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Successo del 1^ Symposium GM20: Leader Class di 20 Grandi Medici

Approvato un testo unico in materia di diritto digitale sanitario che normi la disciplina rendendola chiara e fruibile a tutela del paziente e del medico per Governo e autorità competenti. Obiettivo della task force è di sviluppare, con l’ausilio dell’Intelligenza Artificiale, soluzioni innovative.

printDi :: 16 dicembre 2021 16:41
Massimo Vergine Maria D'Amico Antonella Minieri Emilio Orlando

Massimo Vergine Maria D'Amico Antonella Minieri Emilio Orlando

(AGR) di Donatella Gimigliano

“Un testo unico in materia di diritto digitale sanitario che normi la disciplina rendendola chiara e fruibile a tutela del paziente e del medico e che faccia da atto di indirizzo per Governo e autorità competenti” – lo dichiara Antonella Minieri, Presidente di Mida Academy, associazione nata da giuristi, medici e ricercatori scientifici che hanno creato un osservatorio sull’Intelligenza artificiale e la sua applicazione in ambito sanitario, in occasione del primo Symposium GM20 – 2021 che ha visto “venti luminari” confrontarsi sui temi dell’emergenza sanitaria, delle innovazioni tecnologiche, delle  problematiche nell’epoca post pandemia e della futura  digitalizzazione in ambito sanitario.

Attraverso la voce di chi è sul campo l’obiettivo della task force è stato quello di analizzare tutti i fattori di impatto per l’economia del Paese e di sviluppare, con l’ausilio dell’Intelligenza Artificiale, soluzioni innovative che siano da supporto al PNRR. Un argomento di grande attualità, vista la recente pandemia Covid-19, infatti, dopo questa emergenza, il nuovo PNNR ha previsto molti finanziamenti per l’innovazione e l’intelligenza artificiale nel mondo sanitario considerato che, quando accade, il tempo è strettissimo, e le variabili in campo diventano troppe per poter contare solo sulle risorse della ricerca tradizionale. 

“Grazie alla collaborazione tra la scienza e il diritto è stato elaborato un documento pilota che dà suggerimenti utili per sensibilizzare e prevenire i futuri problemi” – aggiunge la Minieri, che sottolinea – “questo primo meeting conferma il nostro impegno di fare da ponte tra la società e la politica con l’obiettivo di portare avanti iniziative valide inerenti lo sviluppo delle nuove tecnologie che stanno cambiando il mondo e le professioni, tra le quali quella del medico”.  

Durante il Symposium moderato da Emilio Orlando e Maria D’Amico,  sono stati affrontati anche i temi della ricerca innovativa con progetti importanti nel campo della prevenzione senologica grazie all’ausilio di Massimo Vergine (Responsabile Unità Operativa Complessa Chirurgia della Mammella del Policlinico Umberto I), mentre con Nicola Illuzzi, (Consigliere OMCEO - Ordine Nazionale Medici e Docente presso le Università di Camerino e LUMSA), e Vito D’Andrea (Medaglia d'Oro al merito della Sanità Pubblica) si è parlato di formazione medica nel mondo digitale.

Tra i tanti nomi illustri che sono intervenuti: i Sen. Valeria Fedeli e Maurizio Gasparri, Annarita Panebianco (Direttore Sanitario IDI), Antonino Galletti (Presidente Ordine Avvocati Roma), Fabrizio d’Alba (Direttore Generale presso il Policlinico Umberto I), Massimiliano Raponi (Direttore Sanitario Ospedale Pediatrico Bambino Gesù), Giuseppe Guaglianone (Vicepresidente Ordine dei Farmacisti della Provincia di Roma), Antonio Magi (Presidente OMCEO Roma), Corrado Girmenia (Direttore Responsabile del Pronto soccorso Ematologia del Policlinico Umberto I), Massimo Bonucci (Presidente dell’ARTOI - Associazione Ricerca Terapie Oncologiche Integrate), Giovanni Currò (componente comm. Bilancio Camera Deputati), Daniele Giannini (Vicepresidente della Commissione Sanità Regione Lazio).

Ospiti d’onore sono stati i bambini ammalati di SMA dell’associazione Prosma che, grazie al Salvamamme, hanno ricevuto un sorprendente regalo di Natale. La serata si è conclusa nella magnifica cappella della Domus Australia con il Christmas Concert del violinista internazionale “Jedi”, Andrea Casta, famoso in tutto il mondo per il suo archetto luminoso. L’evento è stato patrocinato dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Umberto I e dal Consorzio Universitario Humanitas. Partner: Oliverfarm Srl, Artemisia.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE