SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Maternità Careggi Firenze oltre 3mila parti nel 2021: il 6%​ in più rispetto all’anno precedente, in controtendenza sulla denatalità​ nazionale

printDi :: 01 gennaio 2022 11:56
Eugenio Giani con la Direzione e gli operatori dell’Azienda Careggi

Eugenio Giani con la Direzione e gli operatori dell’Azienda Careggi

(AGR) Alla Maternità di Careggi, quindici minuti dopo la mezzanotte, è nata​ la prima bambina del 2022 nell’Azienda ospedaliero universitaria​ fiorentina, lo​ annuncia il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani in visita il primo giorno​ dell’anno all’Ospedale Careggi per un​ saluto alle operatrici e agli operatori​ impegnati nell’area nascita e a tutti i lavoratori dell’Azienda. Sono 3140 i nati a Careggi nel 2021, lo ricorda​ il Professor Felice Petraglia direttore del Dipartimento​ Materno Infantile dell’Azienda​ ospedaliero universitaria fiorentina.

La Maternità di Careggi, Ospedale Amico del Bambino, nel rispetto dei​ protocolli Unicef su parto naturale e allattamento al seno – prosegue​ Petraglia – è una struttura specializzata nelle gravidanze ad alto rischio​ e si conferma la prima come volumi in rapporto alla complessità​ della​ casistica nel sistema toscano e nell’area metropolitana​ fiorentina. Un aumento delle nascite c’è stato anche nel Centro Nascita​ Margherita,​ che offre la massima naturalità all’evento parto, non​ medicalizzato, ma comunque all’interno dell’area sanitaria. Certamente avrà influito il timore della pandemia nella​ scelta della nostra ostetricia con 141 nati da mamme Covid positive – aggiunge​ il​ professor Federico Mecacci, responsabile della Unit Materno Fetale – ma​ il successo è soprattutto merito dell’impegno e dell’alta​ professionalità dei​ nostri medici e delle ostetriche che hanno saputo aiutare i futuri genitori nel​ percorso nascita.

​ Le maggiori difficoltà in​ epoca Covid sono state​ superate gestendo al meglio i divieti, le limitazioni e le difficoltà del​ distanziamento, senza mai trascurare gli aspetti​ profondamente​ emotivi e relazionali che caratterizzano la gravidanza e il parto. Di fronte a un ulteriore decremento di circa 5% della natalità a livello​ Nazionale – commenta il professor Carlo Dani, direttore della Terapia​ Intensiva​ Neonatale – vogliamo interpretare gli oltre 3mila nati di Careggi come un​ segnale positivo nell’epoca pandemica e delle paure del​ Covid-19. Con​ l’augurio di tutto il Dipartimento Materno-Infantile per il 2022 – conclude​ Petraglia –perché la Maternità di Careggi si confermi​ sempre pronta a​ supporto dei genitori e dei loro bambini.​

Eugenio Giani con la Direzione e gli operatori dell’Azienda

Eugenio Giani con la Direzione e gli operatori dell’Azienda

Nelle foto il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani con la Direzione e gli operatori dell’Azienda Careggi

 Foto da comunicato stampa

 Ufficio stampa AOU Careggi

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE