SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Codici: assistenza domiciliare ai positivi inesistente

Codici denuncia e prepara denuncia in Procura: malati positivi da giorni, con tanto di tampone a certificarlo, ai quali nessun medico gli ha prescritto una terapia. Sono costretti a fare tutto da sole, a prescriversi autonomamente il cortisone e l’antibiotico.

printDi :: 09 novembre 2020 16:49
Codici: assistenza domiciliare ai positivi inesistente

(AGR) Un’organizzazione disastrosa e scandalosa. È il giudizio dell’associazione Codici in merito alla gestione dell’emergenza Coronavirus, nello specifico per quanto riguarda l’assistenza domiciliare ai positivi. Emblematico quanto sta accadendo a Roma.

“L’assistenza domiciliare alle persone positive al Covid19 è inesistente – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – i malati sono abbandonati a casa. Stiamo ricevendo tante segnalazioni, siamo scandalizzati. Vogliamo citare quanto si sta verificando a Roma. Ci contattano persone che sono positive da giorni, con tanto di tampone a certificarlo, che lamentano il fatto che nessun medico gli ha prescritto una terapia. Sono costrette a fare tutto da sole, a prescriversi autonomamente il cortisone e l’antibiotico. È allucinante. Nonostante la segnalazione alla Asl, c’è chi non è stato mai ricontattato, nessun medico andrà a visitarlo per verificare le sue condizioni, se ad esempio ha un principio di polmonite. I medici di base che dovrebbero visitare i propri pazienti non vanno a casa – prosegue Giacomelli – la sorveglianza domiciliare della Asl risponde con messaggi automatici, nonostante venga specificata la propria positività al Covid19. Tutto questo è inaccettabile. Non è questione di risorse, ma di organizzazione, penosa. In questi giorni a Roma si contano decine di ambulanze ferme al Pronto Soccorso e questa è la conseguenza inevitabile di non fare prevenzione a casa, di abbandonare a loro stessi i malati, che, senza un consulto medico, alla fine sono costretti ad andare in ospedale. La situazione è gravissima – conclude il Segretario Nazionale di Codici – abbiamo deciso di presentare un esposto alla Procura perché quanto sta accadendo non è tollerabile, il diritto alla salute dei cittadini è calpestato”.

Codici invita a segnalare episodi di mancata assistenza da parte delle aziende sanitarie e dei medici a persone positive al Covid19. L’associazione fornirà assistenza legale per tutelare i diritti dei cittadini. Per le segnalazioni scrivere a segreteria.sportello@codici.org oppure telefonare al numero 06.55.71.996.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE