SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino, partenza in salita per la scuola, ma....basta propaganda sulle spalle dei bambini

Calcaterra (Pd): grave affermare che ci sarebbero scuole del nostro comune senza sedie, si tratta di una fake news. I problemi ci sono e tanti, come ogni anno. Se avete veramente a cuore il futuro della scuola, concentriamoci a risolvere insieme le criticità

printDi :: 15 settembre 2020 16:52
Fiumicino, partenza in salita per la scuola, ma....basta propaganda sulle spalle dei bambini

(AGR) "Ho dovuto constatare, per l'ennesima volta, che c'è chi preferisce soffiare sul fuoco della comprensibile preoccupazione delle famiglie per l'inizio dell'anno scolastico, invece di sostenere loro e i nostri ragazzi". Lo dichiara il capogruppo del Pd in Consiglio Comunale, Stefano Calcaterra. "la cosa che fa paura è che si dicano falsità e che si usino addirittura foto di scuole di altre città per lasciare intendere chissà quale disastro nelle nostre scuole - prosegue Calcaterra -. Per altro, la famosa foto con i bambini in ginocchio a scrivere sulle sedie, scattata a Genova, si è rivelata una mezza fake news chiarita dalla scuola stessa".

"Gravissimo, poi, raccontare che ci sarebbero scuole del nostro territorio addirittura senza sedie - aggiunge il capogruppo -: un'altra fake news. Un modo ridicolo di fare politica che non fa certo gli interessi delle famiglie e dei bambini che si dice di voler difendere e offende il lavoro fatto fin qui dal personale scolastico".

"Parliamo di cose concrete - continua Calcaterra -. Le scuole comunali hanno iniziato l'anno scolastico con una fornitura di taniche di gel igienizzante da distribuire nei dispenser che, ricordiamolo, l'amministrazione aveva installato già da prima del lockdown. Le maestre e le educatrici di nidi e scuole dell'infanzia comunali sono state dotate di mascherine trasparenti per permettere ai più piccoli di vedere il più chiaramente possibile il loro volto: una cosa importantissima, a quell'età. Gli organici delle scuole comunali sono completi. Non c'è un solo posto vacante: siamo uno dei pochissimi comuni a potere vantare questo risultato. Ancora: gli edifici di competenza del Comune sono stati oggetto di interventi anche importanti per garantire il più possibile, gli spazi idonei data la situazione sanitaria che viviamo. Abbiamo anche fatto ricorso ad aule fornite dalle parrocchie, adeguatamente ristrutturate".

"C'è qualche difficoltà? Sì, c'è - prosegue Calcaterra -. Ci sono dappertutto, come ad ogni inizio di anno scolastico. In alcune scuole statali non sono arrivati tutti i banchi necessari, ma già oggi stanno arrivando. E manca il personale delle scuole statali che, come ogni anno, si stabilizza dopo tre o quattro settimane dell’inizio delle lezioni" "Finiamola con questi toni apocalittici e se davvero siete interessati alla buona riuscita dell'anno scolastico - conclude Calcaterra - concentriamoci a risolvere le criticità che inevitabilmente si sono presentate. Usare la scuola e i ragazzi per una campagna elettorale per i più prematura è davvero vergognoso".

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE