SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Davide Bordoni (Lega): il mercato dell'Appagliatore di Ostia, prima vittima dello smart working?

Le risorse per la manutenzione straordinaria del mercato, causa uffici in emergenza COVID, non sarebbero state impegnate entro il 2020,così lo stanziamento è stato rimodulato per finire la pista ciclabile sul lungomare. Bordoni: c'erano altre priorità

printDi :: 19 ottobre 2020 16:48
Davide Bordoni (Lega): il mercato dell'Appagliatore di Ostia, prima vittima dello smart working?

(AGR) "Il Mercato Appagliatore di Ostia è stato la prima vittima illustre dello smart working? – si chiede Davide Bordoni, consigliere capitolino della Lega-Salvini - Eppure nel bilancio di Roma Capitale erano stanziati circa 1,8 milioni di euro per la sua riqualificazione. I Titolari dei banchi sono rimasti allibiti: i fondi per la ristrutturazione del mercato Appagliatore sono stati interamente destinati al completamento della tanto discussa pista ciclabile di Ostia, come ha confermato la stessa presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo. Ben 1,8 milioni di Euro a bilancio che sarebbero stati “distratti” per presunti ritardi nel redigere progetti e gara d’appalto.

 I vertici del X Municipio si sono affrettati a dare la colpa di tutto allo Smart working; le risorse per la manutenzione straordinaria del mercato, causa uffici in emergenza COVID, difficilmente sarebbero state impegnate entro il 2020, così lo stanziamento è stato rimodulato per "il completamento" della pista ciclabile sul lungomare.

Oltre ad aver predisposto una rapida interrogazione alla sindaca - continua Bordoni - per assicurarmi almeno che gli interventi sul Mercato Appagliatore siano rifinanziati nel 2021, ho sollevato tutte le mia perplessità alla Raggi in virtù del fatto che si è agito in aperta contraddizione con il principio di partecipazione dei cittadini nei percorsi di riqualificazione del proprio territorio. Appare poi evidente che quel fiume di denaro destinato unicamente ad una ciclabile, presentata come temporanea, rischia di essere utilizzato per apportare interventi definitivi all’opera condannando la viabilità del litorale al traffico per tutto l’anno. È così che si tutela il Commercio e la realtà mercatale romana? A questo punto sarebbe giusto intervenire su altre priorità del territorio, a partire dalle spiagge, dall’illuminazione, ai canali di scolo, tutti progetti immediatamente eseguibili e che da anni sono in attesa di essere finanziati”.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE