SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino, genitori, insegnanti ed amministratori si incontrano sul rapporto tra i giovani e l'informatica

Il primo appuntamento, domani dalle 16.30, ha come tema "Sfide evolutive per chi cresce online: riflessioni per gli educatori". Questo ciclo di incontri vuole rappresentare un’opportunità per genitori, docenti, educatori di conoscere i potenziali pericoli della tecnologia cui sono esposti i giovani

printDi :: 04 novembre 2021 16:40
Fiumicino,  genitori, insegnanti ed amministratori si incontrano sul rapporto tra i giovani e l'informatica

(AGR) Inizia domani il ciclo di incontri per genitori, docenti e amministratori sui temi legati al rapporto tra le ragazze, i ragazzi e gli strumenti informatici. Il primo appuntamento, domani dalle 16.30, ha come tema "Sfide evolutive per chi cresce online: riflessioni per gli educatori". A trattare l'argomento ci sarà Elisabetta Papuzza, psicanalista e autrice del libro "Cybergeneration. Conduce Giuseppe Miccoli, presidente e fondatore di Yogarmonia "Il piccolo principe".

Il ciclo di incontri, organizzato dalla Garante per l'Infanzia e l'adolescenza prof.ssa Antonella Maucioni in collaborazione con l'assessorato alla Scuola e l'assessorato alle Pari Opportunità, si svolgerà online sulla piattaforma GoToMeeting per permettere la più ampia partecipazione possibile.

"Questo ciclo di tre incontri vuole rappresentare un’opportunità per tutti gli adulti di riferimento (genitori, docenti, educatori) di conoscere più da vicino i potenziali rischi e pericoli della tecnologia cui sono esposti oggi i nostri bambini/e e ragazzi/e e riflettere, guidati da esperti, su quale possa essere il giusto atteggiamento da tenere nei confronti di questi minori nativi digitali che rappresentano ormai la “cyber generation” - spiega la prof.ssa Maucioni -. Come Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza sono, infatti, consapevole che alle spalle di bambini e ragazzi equilibrati devono esserci adulti attenti e consapevoli che possano sostenerli in un uso della rete e delle tecnologie sereno e non pericoloso. Anche questa è una forma di “cura” nei confronti dei nostri bambini e ragazzi che si va ad affiancare oggi a quelle da sempre conosciute a quanti hanno a cuore la loro salute fisica e psicologica".

"Da tempo il mio assessorato si occupa di bullismo e cyberbullismo, con un occhio particolare al bullismo di genere - spiega l'assessora alle Pari Opportunità Anna Maria Anselmi -. Riceviamo molte segnalazioni di episodi che riguardano ragazze e ragazzi vittime di bullismo per il loro orientamento sessuale o per il loro genere: un fenomeno in crescita che, naturalmente, non riguarda solo il nostro territorio. E' un fenomeno che spesso si tende a minimizzare quando non addirittura a negare, ma che influisce moltissimo nella vita e nello sviluppo dei nostri ragazzi. Noi abbiamo il dovere di contrastarlo, ma soprattutto di prevenirlo agendo anche con opere di sensibilizzazione e di formazione del corpo docente che, spesso, pur essendo animato dalle migliori intenzioni, non ha gli strumenti per gestire situazioni di questo genere".

"Per questa ragione abbiamo accolto immediatamente e con favore il progetto della professoressa Maucioni - aggiunge Anselmi - che auspichiamo sia un'iniziativa che si ripeterà nei prossimi anni per dare continuità al progetto".

“Il bullismo e, in particolare, il cyberbullismo, sono fenomeni che un’amministrazione attenta ai più giovani come la nostra deve costantemente monitorare cercando, ove possibile, di prevenire e arginare il problema - aggiunge l'assessore alla Scuola Paolo Calicchio -. Ogni iniziativa dedicata al mondo dei giovani è utile per comprendere e aiutare i ragazzi, al fine di motivarli a raggiungere una consapevolezza tale che li porti a conoscere sé stessi e il mondo che li circonda".

"Ringrazio la Garante per l’Infanzia per la promozione di questa importante iniziativa - conclude Calicchio - e tutte le relatrici e i relatori che dibatteranno sull’educazione e la crescita dei nostri giovani, invitando docenti, educatori e genitori a partecipare ai tre incontri previsti dal progetto".

Per collegarsi, basta inquadrare con il proprio dispositivo mobile il codice QR contenuto nella locandina collegarsi al link:

https://global.gotomeeting.com/join/326284965

Photo gallery

sfide evolutive locandina

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE