SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Periferie violente, in tre aggrediscono i poliziotti

Gli agenti erano intervenuti per far tacere gli schiamazzi notturni. I tre stavano bivaccando su una panchina urlando a squarciagola, alla vista delle divise sono diventati aggressivi, alla richiesta dei documenti i poliziotti sono stati aggrediti. Arrestati

printDi :: 15 giugno 2020 15:57
Periferie violente, in tre aggrediscono i poliziotti

(AGR) Quando gli agenti della Polizia di Stato del reparto volanti e del commissariato Prenestino sono arrivati in Viale dell’Acquedotto Alessandrino  per una segnalazione di ‘schiamazzi’, hanno trovato effettivamente alcune persone che, bivaccando su di una panchina, urlavano a squarciagola  bevendo prodotti alcolici. Ed alla richiesta da parte dei poliziotti di abbassare il tono della voce visto l’orario e la presenza di abitazioni lì nei pressi, tre di essi hanno iniziato a protestare e contestare la presenza delle ‘divise’ in quel luogo.

E quando gli agenti hanno chiesto loro i documenti, i tre, successivamente identificati per L.S.J.W., romano di 25 anni, B.N., romana di 23 e T.A., peruviano di 37, hanno iniziato ad aggredirli con calci, pugni e sputi. Atteggiamento che i tre non hanno mutato nemmeno una volta sistemati all’interno delle volanti dove hanno cercato di sfondare la parte divisoria interna con calci e testate e persistendo nello sputare nell’abitacolo. Ultimati gli atti, L.S.J.W., B.N. e T.A., sono stati arrestati per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale nonché per danneggiamento aggravato su beni dello Stato. Nella circostanza due poliziotti sono stati refertati con 7 giorni.

Nella zona di San Lorenzo T.J., algerino di 31 anni, in via degli Ausoni, a bordo di uno scooter, non si è fermato all’alt per un controllo da parte degli agenti della Polizia di Stato del commissariato Esquilino i quali, dopo un breve inseguimento, lo hanno bloccato. Nell’occasione, lo straniero, ha provato anche a reagire causando ad uno dei poliziotti intervenuti diversi traumi successivamente refertati con 8 giorni di prognosi dal personale medico. T.J, è stato quindi accompagnato in commissariato ed al termine delle indagini, durante le  quali  è stato inoltre riscontrato che lo scooter sul quale viaggiava risultava rubato, è stato arrestato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e denunciato per ricettazione.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE