SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, la "passeggiata" al tempo del coronavirus

Sul litorale si sceglie per evitare ogni possibile contagio il sup. Distanze rispettate da tutti e pochissime presenze sul lungomare. Città deserta in serata e pontile sbarrato

printDi :: 15 marzo 2020 19:36
surfista sulla riva

surfista sulla riva

(AGR) Rispettate le indicazioni del premier Giuseppe Conte e ribadite dalla Raggi ai romani: ad Ostia non c’è stato il temuto assalto della domenica precedente, le raccomandazioni sono state ascoltate.  Si passeggia sul lungomare a distanza di metri l’uno dall’altro, si fa footing sulla spiaggia a dieci metri di distanza, un pugile sceglie la passerella della spiaggia degli sposi per tenersi in forma, e c’è anche chi, sicuro di non essere contagiato dal virus ha scelto la sua tavola da Sup per una gita in mare. 

surfista a riva

surfista a riva

Per evitare di bagnarsi si è messo persino in costume ed ha concluso la performance, una pagaiata lungo costa a circa 200 metri dal bagnasciuga, alleviando i suoi muscoli con una seduta di stretching. Per il resto tutti a casa. In serata, strade deserte e pontile sbarrato. La polizia locale presidiava piazza dei Ravennati e sul lungomare senza auto sfrecciavano polizia e carabinieri. Domenica 15 marzo, la prima della “quarantena”necessaria è passata. 

pontile sbarrato

pontile sbarrato

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE