SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Regione. Influenza, oltre 372mila vaccini già prenotati dai medici

Giani: “Importante vaccinarsi per prevenire". Messe a disposizione un milione e mezzo di dosi gratis per le categorie a rischio, il doppio rispetto al 2019. Prenotate anche quasi 40mila vaccini pneumococcico

printDi :: 09 ottobre 2020 17:59
Influenza, oltre 372mila vaccini già prenotati dai medici

Influenza, oltre 372mila vaccini già prenotati dai medici

(AGR) La campagna di vaccinazione antinfluenzale 2020-2021, avviata lunedì scorso, con quasi un milione e mezzo di dosi gratis messe a disposizione di Regione Toscana per le categorie a rischio (over 65, soggetti a rischio di patologia di qualsiasi età, personale a contatto con il pubblico, operatori sanitari) registra i primi importanti risultati. Sono già 412.270 le dosi di vaccino prenotate da medici e pediatri di famiglia in farmacia, in poco più di 4 giorni dall’inizio della campagna. Il dato, aggiornato alle 14 di ieri, è così dettagliato: delle 412.270 dosi complessive prenotate, 372.690 sono di vaccino antinfluenzale (177.800 dalla Asl centro, 113.560 dalla Nord Ovest, 81.330 dalla Sud Est); le rimanenti 39.580 dosi sono di vaccino pneumococcico (21.020 dalla Centro, 10.660 dalla Nord Ovest, 7.900 dalla Sud Est). L’emergenza Covid, tuttora in corso, ha spinto la Regione Toscana a raddoppiare, rispetto all’anno scorso, l’acquisto dei kit di vaccino antinfluenzale, anticipando di un mese l’avvio della campagna vaccinale, da novembre a ottobre. Estar (Ente di supporto tecnico amministrativo regionale) ha acquistato, infatti, quest'anno, 1 milione e 468.050 dosi (nel 2019 erano oltre 870.000 l'11,4% in più rispetto al 2018), per una spesa complessiva di 8.188.932 euro. A questa offerta senza precedenti, va ad aggiungersi anche la vaccinazione antipneumococcica, che si è tradotta nell’acquisto di ulteriori 140.000 dosi per una spesa totale di 6.314.000 euro.

Vista la straordinarietà dell’impegno, quest’anno per la prima volta, i medici e i pediatri di famiglia possono ritirare le dosi di vaccino da loro programmate tramite il canale delle farmacie, pubbliche e private, come da protocollo d’intesa sottoscritto, a settembre, dalla Regione con Federfarma e Cispel Toscana. "Quest’anno, l’emergenza sanitaria determinata dal Covid ci ha spinto a fare uno sforzo straordinario per proteggere i nostri cittadini più a rischio dall’influenza, i cui sintomi sono sovrapponibili a quelli del Coronavirus e le cui complicanze cliniche possono aprire la strada al Covid - commenta il neo presidente di Regione Toscana, Eugenio Giani -. Per limitare l’impatto di una probabile co-circolazione di Covid 19 e virus influenzali - prosegue Giani - abbiamo fatto il possibile per anticipare di un mese la campagna antinfluenzale rispetto agli altri anni e raddoppiato le dosi da distribuire gratuitamente a un numero maggiore di tipologie di persone potenzialmente a rischio. La vaccinazione antinfluenzale è sempre stata lo strumento più efficace per prevenire le malattie e ridurre, in maniera significativa, complicazioni, ospedalizzazioni e anche decessi.

Per questo è fortemente raccomandata, già a partire dall'Oms e dal Piano nazionale di prevenzione vaccinale”. Vaccinazione antinfluenzale, a chi è consigliata I principali destinatari dell'offerta gratuita della vaccinazione antinfluenzale sono: soggetti pari o superiori di 65 anni, soggetti a rischio di patologia di qualsiasi età, operatori sanitari pubblici, personale Rsa, veterinari, donatori sangue, personale dedicato ai servizi essenziali, personale scolastico, donne in gravidanza. Il vaccino diventa efficace circa due settimane dopo l'inoculazione. Oltre al vaccino, possono risultare efficaci per ridurre la trasmissione del virus (che avviene attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce, ma anche attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie) alcune semplici misure, come: una buona igiene delle mani; una buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, con fazzoletti monouso da smaltire correttamente, lavandosi subito le mani); isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili, specie in fase iniziale; evitare il contatto stretto con persone ammalate, mantenendo una distanza di almeno un metro; evitare di toccarsi occhi, naso, bocca; usare mascherine chirurgiche per ridurre le infezioni tra i contatti stretti. Per saperne di più sulla campagna di vaccinazione antinfluenzale di Regione Toscana clicca qui. https://www.regione.toscana.it/-/vaccinarsi-contro-l-influenza 09/10/2020 15.18 Regione Toscana Foto da comunicato Tratto da Met - http://met.cittametropolitana.fi.it/

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE