SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

L’Europa League delle italiane

Roma e Internazionale agli ottavi dell'Europa League

printDi :: 06 marzo 2020 11:49
L’Europa League delle italiane

L’Europa League delle italiane

(AGR) Spesso e impropriamente definita ‘inferiore’ o ‘poco prestigiosa’ rispetto alla senz’altro più titolata Champions League, va precisato che per qualità delle performance e degli interpreti, l’Europa League ha ben poco da invidiare alla sorella maggiore.  Probabilmente, il termine ‘inferiore’ è stato coniato per rimarcare con più evidenza la differenza di introiti esistente tra le due competizioni. Rispetto alle entrate che possono arrivare dalla partecipazione alla Champions League, passaggi di turni e vittoria finale compresi, quelle dell’Europa League sono infatti decisamente inferiori.   

Risultati dei sedicesimi di Europa League.

 AJAX-GETAFE 2-1 (totale 2-3)

5' Mata (G), 10' Pereira (A), 63' aut. Oliveira (A)          

ARSENAL-OLYMPIACOS 1-2 d.t.s. (totale 2-2, passano i greci per i gol in trasferta)

53' Cissè (O), 113' Aubameyang (A), 120' El Arabi (O)

BASILEA-APOEL 1-0 (totale 4-0)

38' rig. Frei

BENFICA-SHAKHTAR 3-3 (totale 4-5)

9' Pizzi (B), 12' aut. e 36' Ruben Dias (B), 47' Rafa Silva (B), 49' Stepanenko (S), 71' Alan Patrick (S)

BRAGA-RANGERS 0-1 (totale 2-4)

61' Kent

CELTIC-COPENAGHEN 1-3 (totale 2-4)

51' Santos (C), 83' rig. Edouard (C), 85' Pep Biel (C), 88' N'doye (C)

ESPANYOL-WOLVERHAMPTON 3-2 (totale 3-6)

16', 57' su rig. e 91' Calleri (E), 22' Traoré (W), 79' Doherty (E)

GENT-ROMA 1-1  (totale 1-2)

5' David (G), 29' Kluivert (R)

INTER-LUDOGORETS 2-1 (totale 4-1)

26' Cauly (L), 31' Biraghi (I), 45'+4' Lukaku (I)

ISTANBUL BASAKSEHIR-SPORTING 4-1 d.t.s. (totale 5-4, ai supplementari)

31' Skrte (I), 45' Aleksic (I), 68' Vietto (S), 92'  e 119' Visca (I)

LASK-AZ ALKMAAAR 2-0 (totale 3-1)

44' su rig. e 50' Raguz

MALMÖ-WOLFSBURG 0-3 (totale 1-5)

42' Brekalo, 65' Gerhardt, 69' Victor

MANCHESTER UNITED-BRUGGE 5-0 (totale 6-1)

27' rig. Bruno Fernandes, 34' Ighalo, 41' McTominay, 82' e 93' Fred

PORTO-BAYER LEVERKUSEN 1-3 (totale 2-5)10' Alario (B), 50' Demirbay (B), 58' Havertz (B), 65' Marega (P)

SIVIGLIA-CLUJ 0-0 (totale 1-1, si qualifica il Siviglia per i gol in trasferta)

Se, visti anche i risultati dell’andata, gran parte dei passaggi di turno erano piuttosto prevedibili, tuttavia non è mancata qualche sorpresa come l’uscita delle due britanniche Celtic e Arsenal (i Gunners erano dati  per favoriti alla vigilia del turno), la débacle delle quattro portoghesi  Benfica, Braga, Porto, Sporting, che spazza via il calcio lusitano dalle fasi finali della competizione, e dell’Ajax, il cui notevole continuum nelle coppe europee la poneva tra le possibili finaliste. Infine, come non applaudire il LASK, squadra austriaca che per la prima volta accede agli ottavi dell’Europa League, dopo aver regolato con un secco 2-0 la blasonata olandese AZ Alkmaar.

Risultati clamorosi e inattesi a parte, l’attuale edizione della Europa League è probabilmente la più interessante e incerta di questi ultimi lustri. Già dalla fase a gironi si è avuta l’impressione di un diverso grado di qualità dello spettacolo offerto dalle contendenti, ben diverso da quello cui siamo abituati, di livello nettamente più alto. Sono emerse nuove realtà. Squadre sconosciute o quasi si sono affacciate alla ribalta del calcio internazionale e sfornano a getto continuo giocatori di buona qualità tecnica. Le prospettive di un ulteriore incremento della qualità delle performance offerte in un futuro quanto mai prossimo non sono così lontane.   

Gli ottavi, qui di seguito, saranno giocati il 12 e 19 marzo.                        

Eintracht-Basilea, Inter-Getafe, Istambul B.-Copenhagen,

Lask –Manchester United, Olympiakos-Wolverhampton,

Rangers-Leverkusen, Siviglia-Roma, Wolfsburg-Shaktiar Donetsk.

Come si vede, questi ottavi non sono la congrega dei soliti noti cui siamo adusi ma rappresentano un mix dove, accanto a blasonate e veterane, spiccano i nomi di squadre di cui, fuori del loro paese, se ne sapeva ben poco.  

Roma e Internazionale, arrivate con merito a questo turno, dovranno vedersela rispettivamente con Siviglia e Getafe, due squadre toste, ordinate e ben organizzate, che non regaleranno nulla. Nelle premesse, si prospetta uno scontro Italia-Spagna, l’ennesimo, di grande qualità. Sarà spettacolo vero, almeno ce lo auguriamo. Con l’auspicio che siano le nostre a passare il turno.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE