SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ciclismo. "Per sempre Alfredo". Armentano: "Sport, memoria e bellezza del paesaggio"

Presentata in Palazzo Vecchio la gara in onore di Martini. Appuntamento in Piazzale Michelangelo domenica 20 marzo

printDi :: 15 marzo 2022 18:21
Città Metropolitana di Firenze Ciclismo. Per sempre Alfredo. Armentano: Sport, memoria e bellezza del paesaggio

Città Metropolitana di Firenze Ciclismo. "Per sempre Alfredo". Armentano: "Sport, memoria e bellezza del paesaggio"

(AGR) L’appuntamento con la seconda edizione della gara professionisti “Per Sempre Alfredo” in onore e nel ricordo di Alfredo Martini è fissato per domenica prossima, 20 marzo 2022. Ritrovo al Piazzale Michelangelo, via ufficioso alle 12.50 e partenza ufficiale alle 13 da via Lungo l’Affrico.

La gara dedicata a questo personaggio unico e storico del ciclismo è stata presentata questa mattina in Palazzo Vecchio. Presenti i nipoti di Alfredo Martini, Matteo e Edoardo, l'assessore allo sport Cosimo Guccione, il consigliere delegato allo sport di Metrocittà Nicola Armentano, il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi, il sindaco di Calenzano Riccardo Prestini, il presidente Federazione ciclistica italiana Cordiano Dagnoni e il commissario tecnico nazionale italiana ciclismo Daniele Bennati.

"La gara in onore di Alfredo Martini - sottolinea Nicola Armentanto - unisce sport e gusto del paesaggio, memoria e ambiente, con una valorizzazione non banale delle bellezze del nostro territorio, grazie a una passione come il ciclismo, che consente di far conoscere i nostri casali, le colline della cintura fiorentina, le bellezze del Mugello, il lago di Bilancino, Firenze vista dal Piazzale di Michelangelo. Ma questi sono proprio i luoghi amati e percorsi da Bartali, Nencini e Martini. A noi piace promuovere lo sport anche così, unendo i valori dell'agonismo alla bellezza dei luoghi in cui sono esercitati". 

"Una seconda edizione molto importante, il ciclismo professionistico torna nella nostra città - ha sottolineato l'assessore Guccione - il livello tecnico della corsa è aumentato e l'obiettivo è farla diventare un'occasione fissa da qui ai prossimi anni. Ringrazio tutti gli enti che hanno sostenuto questo evento, un'occasione per ricordare com'è importante il ciclismo per il nostro territorio: Regione, Metrocittà, la Federazione che ha sempre creduto in questa gara, il ct Bennati e tutti Comnuni coinvolti. Ringrazio i nipoti di Alfredo Martini, Matteo e Edoardo, per la dedizione che dedicano a questo evento e per il bel rapporto con l'amministrazione e la città di Firenze".

Sarà piazzale Michelangelo a dare il via alla corsa. Un breve tratto di trasferimento ad andatura controllata per superare il fiume Arno e raggiungere il “chilometro zero”. Subito dopo il via la strada salirà verso Fiesole. Dopo un primo passaggio attraverso piazza Mino da Fiesole, si dovranno percorrere due tornate di un circuito che si sviluppa sulle colline a nord di Firenze, fino a sfiorare vetta le Croci, per poi risalire a Fiesole dal versante occidentale. Terminati i due giri, si oltrepassa il Valico vetta le Croci per scendere verso il Mugello. Attraverso strade ampie e leggermente ondulate, si sfiorano Borgo San Lorenzo e l’Autodromo del Mugello si costeggia il Lago artificiale del Bilancino prima di raggiungere Barberino di Mugello.

Subito dopo inizia una salita di 5 chilometri che porta nei pressi di Montecarelli e dopo la discesa si riprende a salire verso le Croci di Calenzano. La salita di 4,8 km al 3,5% rappresenta l’ultima vera asperità della corsa. Una lunga discesa, su strada molto ampia, sinuosa nella prima parte e con lunghi rettilinei nella seconda, condurrà fino alla periferia di Calenzano, per poi fare ingresso nel centro abitato innestandosi nel circuito cittadino, teatro del gran finale della corsa. Successivamente si entra nel territorio comunale di Sesto Fiorentino, e dopo alcune veloci rotatorie, una curva a destra introdurrà nel lungo rettilineo finale, di circa 700 metri, per poi oltrepassare una prima volta la linea del traguardo. Da questo punto iniziano i 2 giri completi del circuito finale, che misura 14,3 km, e si sviluppa tra i comuni di Sesto Fiorentino e Calenzano; immediatamente dopo il traguardo, la corsa percorrerà Via Giusti, transitando proprio dinanzi all’abitazione di Alfredo.

La corsa vinta nel 2021 da Matteo Moschetti in volata, è patrocinata dalla Regione Toscana, Città Metropolitana e dai comuni di Firenze, Sesto, Calenzano e Fiesole, mentre l’organizzazione è del Comitato di Sesto che si avvale della regia tecnica e logistica del G.S. Emilia. L’arrivo a Sesto previsto poco dopo le ore 17.

Foto da comunicato stampa

Tratto da Met.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE