SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Barcolana, anche Mascalzone Latino e la sua scuola di vela alla regata

print11 ottobre 2019 16:54
Barcolana, anche Mascalzone Latino e la sua scuola di vela alla regata
(AGR) Il team Mascalzone Latino parteciperà alla Barcolana 50 + 1 con un equipaggio arricchito dai ragazzi della Scuola Vela Mascalzone Latino di Napoli. Sarà un’esperienza unica, la seconda quest’anno dopo la VelaCup di Caprera dello scorso mese di agosto. Nell’occasione, la compagine partenopea si riunirà a bordo di una bellissima imbarcazione, il Super Maxi di 66 piedi progettato da Reichel Pugh e di proprietà di Adalberto Miani, che per l’occasione è stata ribattezzata Botta Dritta powered by Mascalzone Latino. Regaterà per i colori dello Yacht Club Monaco, il prestigioso Club del quale sono soci sia Miani sia Onorato.

Si tratta della quarta partecipazione a Trieste per gli uomini di Vincenzo Onorato negli ultimi dieci anni. Nel 2012, sul mitico La Poste, i Mascalzoni avevano girato le scene conclusive di un docu-film, nel quale avevano svolto il ruolo di accompagnatori per realizzare il sogno di alcuni ragazzi scelti dall’Associazione Italiana Persone Down di Roma e, allo stesso tempo, promuovere l’integrazione e la passione per la vela. Nel 2013 alcuni giovanissimi allievi di Napoli avevano partecipato con gli Optimist alla Barcolana Young. Infine nel 2015 l’idea è stata quella di allestire una mostra fotografica intitolata “Vela per la Vita”, che mostrava il legame fra il progetto sociale creato a Napoli con il Projecto Grael voluta a Rio de Janeiro dal fuoriclasse carioca Torben Grael.

Nel 2019 la formula sarà ancora diversa: a bordo del Super Maxi Botta Dritta powered by Mascalzone Latino ci saranno diversi ragazzi della Scuola Vela Mascalzone Latino, al loro debutto nelpiù grande e maestoso evento velico italiano. Lorenzo Angrisano, Salvatore Pistone, Gennaro Casella e Gabriel De Luca i nomi degli allievi, accompagnati dall'istruttore Salvatore Ercolano. Con loro, a bordo alcuni Mascalzoni fedelissimi: Matteo e Marco Savelli, Davide Scarpa, Daniele Fiaschi e Gaetano Figlia di Granara.

Vincenzo Onorato, l’armatore di Mascalzone Latino e il fondatore della medesima Scuola di Vela, ha purtroppo dovuto dare forfait e non sarà presente a Trieste.

"Sono molto dispiaciuto di dover rinunciare alla Barcolana n° 51. Adoro Trieste e, come sempre dico, proprio questa città mi ha ispirato a fondare la Scuola di Vela Mascalzone Latino. Trieste è da decenni una fucina di campioni, Napoli no, perché lì la vela è ancora un fenomeno di circolo, d’èlite. Il nostro obiettivo, invece, è che questa disciplina possa essere praticata dai giovani senza discriminazione di censo, soprattutto da quelli che vivono una situazione di maggiore disagio sociale. Attraverso il mare vogliamo allontanare i ragazzi dalla strada e trasformarli in campioni di vela. Per questo abbiamo realizzato a Napoli una scuola di vela alla portata di tutti. Ringrazio l’amico Adalberto [Miani] per aver ‘sposato’ la causa e aver contribuito a realizzare un sogno di questi bambini. Non ci sarò fisicamente, ma sarò vicino ai ragazzi e a tutto l’equipaggio con il cuore. Buon vento ragazzi!"

L’idea di partecipare in questo modo alla Barcolana del 2019 nasce dall’amicizia di vecchia data tra Vincenzo Onorato e Adalberto Miani, con un obiettivo preciso: portare i ragazzi della Scuola Vela Mascalzone Latino di Napoli prima alla 51esima edizione della Barcolana e poi a Venezia per la Venice Hospitality Challenge e la Veleziana. Come accennato, la barca scelta per questa sfida è un prestigioso scafo uscito dalla matita del prestigioso studio californiano Reichel/Pugh, un elegante 66 piedi varato nel 2011 dal cantiere italiano Advanced Yachts che ha preso parte a diverse edizioni della Rolex Capri Sailing Week e della Maxi Rolex Cup, sfiorando più volte il podio. L’armatore e il timoniere di questa avventura sarà il Signor Adalberto Miani.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE