SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Alla SIS Roma (11-7) la sfida di vertice con il Padova, venerdì 9 al Palanuoto scatta la Champion League

Partita equilibrata che ha premiato le romane per la maggiore determinazione messa in acqua nella sfida per il primato della classifica. Per le ragazze di Capanna, da sole in vetta della serie A1, da domani al via il girone elimintorio per la Champion League, esordio ad Ostia alle con il Vouliagmeni

printDi :: 08 dicembre 2022 14:28
L'australiana Abby Andrews in azione

L'australiana Abby Andrews in azione

(AGR) SIS Roma batte il Plebiscito Padova (11-7) e resta sola in vetta alla classifica ed a punteggio pieno del campionato di serie A1. Una vittoria da incorniciare, maturata nella seconda parte della gara, ampiamente meritata anche se il Padova, prima di arrendersi ha spaventato le romane. Da ieri sera, dunque, la SIS Roma guida da sola la classifica della regular season, con tre punti di vantaggio sul Padova, appunto e sull’Orizzonte Catania battuto dalle venete. Il coach Marco Capanna però avverte: “Siamo ancora nella fase ascendente del campionato, la vittoria è un buon viatico, ma la strada è ancora lunga, sono contento di aver visto una squadra matura, organizzata, capace di reagire in maniera compatta, decisamente un bel segnale….”

Domitilla Picozzi ha aperto le marcature dopo 1’30” con una potente conclusione delle sue da fuori, sembrava un inizio in discesa, invece il Plebiscito Padova, squadra di razza replicava colpo su colpo, un paio di ingenuità difensive delle romane consentivano alle venete prima il pareggio e poi il sorpasso, infine la Berkley andava in gol a meno di tre minuti dalla fine. “Stavamo giocando bene, nonostante il risultato negativo, ero sicuro che avremmo recuperato – svela Capanna – Bisognava aspettare”. Passavano 40” e Chiara Ranalli riportava in corsa la SIS, il primo tempo si chiudeva con le romane sotto di un gol, ma il finale di tempo non vedeva una squadra smarrita ed impaurita, ma un team determinato, con intatta la voglia di vincere.

Nel secondo tempo la SIS Roma produceva il massimo sforzo, la squadra si compattava e lottava su tutti i palloni, saliva in cattedra Abby Andrews, l’australiana realizzava una doppietta (primo gol su rigore) che la Giustini perfezionava confezionando il sorpasso (5-4 alla fine del secondo tempo). Equilibrato nella sostanza il terzo tempo, la SIS sembrava voler chiudere il conto e si portava sul 7-4 dopo 2’53”. Invece il colpo di coda del Padova riportava sotto le venete con le reti di Barzon e Cassarà che riaprivano in sostanza il match. Anzi ad inizio dell’ultimo tempo le venete acciuffavano il pari (7-7), risultato di equilibriio che durava solo 23” con Giuditta Galardi che segnava con una splendida volè. Da quel momento era un monologo delle romane, il Padova provava a resistere ma la SIS stavolta il conto lo chiudeva davvero, realizzando tre reti, l’ultima di Agnese Cocchiere che faceva esplodere l’entusiasmo sugli spalti, che scavavano un baratro tra il Padova e la SIS che volava solitaria in vetta alla classifica.

“Nei momenti in cui noi abbiamo rallentato il ritmo loro sono rientrate in partita, un errore veniale, un leggero calo di rendimento durante una partita così combattuta ci poteva anche stare – spiega Capanna - Il Padova è una squadra che ha saputo farsi valere anche in Europa e nel fine settimana, come la SIS (ma in un altro girone ndr) dovrà affrontare il girone di qualificazione per la Champion League”.

Venerdì sera scatta il girone D di Champion League che vedrà la SIS esordire con le greche del Vouliagmeni, una squadra temibile, con la quale le romane hanno effettuato uno stage di quattro giorni prima di affrontare il girone di qualificazione nella coppa LEN. Due squadre che si conoscono bene, che si temono e si rispettano, entrambe sono in grado di vincere e sarà davvero una sfida senza quartiere. “Dobbiamo recuperare le forze ed iniziare a pensare a questi terribili tre giorni. - afferma Capanna – La sensazione che ho ricevuto in queste ultime partite è che la squadra stia crescendo, partita dopo partita. Siamo sulla strada giusta e possiamo ancora migliorare. Da stasera iniziamo a pensare alla Coppa, passare il turno sarebbe una grande soddisfazione ed una grande esperienza per le più giovani del gruppo”.

IS ROMA-CS PLEBISCITO PD 11-7

SIS ROMA: E. Eichelberger, Papi, G. Galardi 2, Carosi, S. Giustini 2, C. Ranalli 1, D. Picozzi 2, C. Tabani 1, C. Nardini, L. Di Claudio, A. Cocchiere 1, Andrews 2, Galbani. All. Capanna

CS PLEBISCITO PD: L. Teani, L. Barzon 2, V. Valyi 1, G. Citino 2, E. Queirolo, A. Casson, A. Millo, S. Dario, H. Mckelvey 1, C. Meggiato, S. Centanni, Cassarà 1, C. Giacon. All. Posterivo

Arbitri: Nicolosi e Calabrò

Note

Parziali: 2-3 3-1 2-2 4-1 Nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: S.I.S Roma 3/8 + un rigore e C.S Plebiscito PD 1/10. Spettatori 150 circa.

Photo gallery

SIS Roma azioni di gioco ph credit Luigi Mariani
SIS Roma la rosa di prima squadra

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE