SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Sepsi...la pandemia nascosta, un killer silenzioso che uccide più dell'infarto

Allarme rosso per le infezioni ospedaliere: l’Associazione G.Dossetti ha lanciato un appello alle Istituzioni, affinchè affrontino il problema come sfida prioritaria, adottando misure urgenti per contrastare il problema Sepsi che può essere provocata dal covid

printDi :: 14 dicembre 2020 19:51
Sepsi...la pandemia nascosta, un killer silenzioso che uccide più dell'infarto

(AGR) Allarme rosso per le infezioni ospedaliere: l’Associazione G.Dossetti: i Valori – Tutela e Sviluppo dei Diritti, lancia un appello alle Istituzioni, affinchè affrontino il problema come sfida prioritaria, adottando misure urgenti per contrastare il problema Sepsi. Il tema verrà affrontato su piattaforma Zoom Martedì 15 dicembre 2020 (ore 15.30- 19.00) con il Webinar “Diagnosi e gestione clinica della Sepsi nella pandemia Covid-19”. L’evento si potrà seguire anche in diretta, sulla pagina Facebook dell’Associazione Dossetti https://www.facebook.com/dossetti.dirittoallasalute

L’incontro è finalizzato a fare il punto sull’emergenza ICA, infezioni ospedaliere, che, ancora oggi in Italia, è tra le concause di morte di 49mila persone all’anno, il 30% di tutte le morti per Sepsi tra i 27 Paesi Ue. Una situazione resa ancor più grave dalla pandemia da Coronavirus: circa il 20% dei pazienti con Covid-19, infatti, sviluppa complicanze come Sepsi o disfunzione d’organo multipla, contribuendo ad aumentare la percentuale dei decessi per infezione. L’8% dei pazienti contraggono un’infezione durante il ricovero, 500 mila ogni anno, ma la maggior parte di queste sarebbero evitabili con adeguate strategie di prevenzione, metodi innovativi di diagnosi precoce e cure appropriate. Per questo è fondamentale affrontare il problema, unendo le forze delle Istituzioni nazionali e regionali nella lotta alla Sepsi, con norme adeguate a favore di investimenti per la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione.

La pandemia di COVID-19 ha ri-sottolineato la necessità di trattare la sepsi come un’emergenza, è dimostrato che, nei casi più gravi, il COVID-19 ha effetti simili, ossia la disfunzione di vari organi, che portano alla morte o a complicazioni a lungo termine. I costi economici, oltre che di vite umane, associati alla sepsi sono molto elevati. Negli Stati Uniti, per esempio, la sepsi è la causa più comune di decesso ospedaliero e ha un costo di oltre 24 miliardi di dollari ogni anno.

In Italia un solo giorno di degenza costa circa 800 euro e le infezioni allungano il periodo di ricovero facendo un doppio danno: il primo alla salute del paziente, il secondo alle risorse della sanità. Per ogni ricovero in cui si sviluppa un’infezione il costo medio è di 9.500 euro, risorse sprecate che potrebbero essere investite per migliorare i servizi sanitari, per la prevenzione delle stesse infezioni e per eventuali assunzioni di personale. Un’infezione per un intervento di ernia vale 4.627 euro e si passa ai 12.745 per una laparocele: un’enormità che deve far riflettere e spingere a mettere mano a un cambiamento.

Il programma

Ad aprire i lavori saranno Silvio Gherardi e  Vittorio Sironi, rispettivamente Presidente e Responsabile Dipartimento Antropologia Medica e Storia della Medicina del Comitato Scientifico dell’Associazione Giuseppe Dossetti i Valori; seguiranno i Saluti istituzionali dei Senatori Annamaria Parente, Elisa Pirro, Maria Rizzotti, Presidente e componenti Commissione Igiene e Sanità del Senato, Alessandra Gallone e Luca Briziarelli, rispettivamente Segretario e componente della Commissione Territorio e Beni Ambientali e l’Onorevole Paolo Russo, Vicepresidente della Commissione per l’attuazione del federalismo fiscale.

I Saluti Istituzionali proseguiranno con gli interventi di Giovanni Rezza, Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, del Prof. Silvio Brusaferro, Presidente Istituto Superiore di Sanità e di Salvatore Amato, del Direttivo della Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.

Moderano Pierangelo Clerici, Presidente AMCLI, Associazione dei Microbiologi e Stefania Stefani, Presidente SIM, Società Italiana di Microbiologia, del Comitato Scientifico Ass. “Giuseppe Dossetti: i Valori”. Importante introduzione dei lavori, che ci descriverà il quadro SEPSI internazionale e nazionale di Simone Mancini (Global Sepsis Alliance) e di Nicola Petrosillo (Istituto Spallanzani)

Il carnet delle presenze è arricchito dalle relazioni di Esperti e si articolerà su 2 sessioni:

-   Sessione 1, nella quale interverranno i rappresentati delle principali Società Scientifiche del settore: Matteo Bassetti (Soc. It. Terapia Antinfettiva) Marianno Franzini (Soc. It. Ossigeno-Ozono Terapia), Mario Guarino (Soc. It. Medicina di Emergenza/Urgenza), Francesco Menichetti (Gruppo Italiano Stewardship Antimicrobica), Francesco S. Mennini (Soc. It. Health Technology Assessment), Maria Mongardi (Ass. Infermieri Prevenzione Infezioni Ospedaliere), Maurizio Sanguinetti (Soc. Europea Microbiologia Clinica e Malattie Infettive)

-     Sessione 2, che darà spazio agli “specialisti sul campo” delineando la delicata situazione attuale all’interno degli ospedali: Roberto Cauda (Pol. A. Gemelli), Danila Crobu (Beckman Coulter), Gianfranco Finzi (Ass. Naz. Medici delle Direzioni Ospedaliere), Luigi Galvano (ENPAM), Fabrizio Gemmi (Agenzia regionale sanità della Toscana), Antonino Giarratano (Società Italiana Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva), Angelo Pan (Società Italiana Multidisciplinare Prevenzione Infezioni Organizzazioni Sanitarie)

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE