SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, al "Manfredi" la Festa della Donazione

Sabato scorso, 17 dicembre, al teatro Manfredi di Ostia, l’associazione donatori di sangue “Amici del Centro Trasfusionale del Grassi” Le donazioni tornano al livello pre-covid, oltre 3 mila i flaconi raccolti su base annua

printDi :: 22 dicembre 2022 14:26
Staff associazione donatori amici del centro trafusionale Grassi

Staff associazione donatori amici del centro trafusionale Grassi

(AGR) La Festa della Donazione è un appuntamento annuale nel quale si vuole sottolineare l’importanza delle donazioni di sangue, un’atto di generosità che salva la vita a migliaia di persone. In Italia, ad esempio, le donazioni di sangue salvano la vita di 630 mila persone, in media una al minuto.

Sabato scorso, 17 dicembre, al teatro Manfredi di Ostia, l’associazione donatori di sangue “Amici del Centro Trasfusionale del Grassi” ha incontrato la città, stringendola in un grande abbraccio solidale, premiando i cittadini, le associazioni distintisi sul territorio.

Giuseppe Di Lorenzo, presidente dell’associazione Donatori. “Oggi è una giornata speciale per la nostra associazione, le donazioni stanno tornando al livello pre-covid e possiamo far fronte alle esigenze dell’ospedale “Grassi”. In tutto sono circa 3 mila le sacche raccolte nel 2022. Le trasfusioni sono indispensabili nel trattamento di moltissime patologie – continua Di Lorenzo - Un paziente operato ha bisogno mediamente di 4-5 sacche fino alle 30 -40 sacche di sangue necessarie dopo un intervento chirurgico delicato come un trapianto di cuore. Il nostro impegno è fondamentale per convincere, per promuovere, per far conoscere l’importanza delle donazioni, ringrazio per questo tutti i miei collaboratori e le tante società sportive che hanno partecipato. Anche nelle scuole abbiamo raggiunto un buon risultato e riteniamo di poter aumentare. Vorrei aggiungere che il sangue è una risorsa fondamentale e non esiste al momento un’alternativa che possa sostituirlo”

La festa della donazione, dunque, ha trasmesso emozioni e raccolto consensi. Un abbraccio solidale nel nome dell’Italia è andato all’Ucraina, alla quale il Consiglio direttivo dell’associazione ha conferito un premio speciale, a sostegno morale e materiale delle loro sofferenze. Gli altri due riconoscimenti sono andati alla Nea Ostia rugby (sempre in prima linea nelle donazioni) ed al team podistico “Camelot” per la loro attività sportiva inclusiva.

A seguire, sono stati consegnati i premi “Ostia honoris causa” agli uomi ed alle associazioni segnalate dal territorio per il loro impegno civico e culturale. Per la Cultura il premio è stato assegnato al pittore/fotografo Sergio Guerrini (associazione Arteka 34), per l’ambiente “APS sotto il mare”, per il sociale, “La piccola Oasi” Comitato di quartiere Stella Polare nord. Gran finale con la consegna di borse di studio per diplomati e laureati del X Municipio.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE