SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Milano, trapianto di cuore al "Niguarda", nonostante il covid-19

L'emergenza sanitaria non ferma i trapianti di cuore: salvato un uomo di 51 anni. Avviata una raccolta fondi per il Cardiocenter dalla "Fondazione De Gasperis" primo centro in Italia con 34 trapianti di cuore ed 850 interventi.

printDi :: 17 aprile 2020 16:57
equipe medica intervento al cuore al Niguarda

equipe medica intervento al cuore al Niguarda

(AGR) Il Covid 19 non ferma il “Cardiocenter” dell'ospedale Niguarda, sostenuto dalla fondazione De Gasperis. Il nosocomio milanese è stato riconosciuto da Newsweek uno dei 50 ospedali migliori del mondo. Leader nei trapianti di cuore, il suo Cardiocenter ha appena trapiantato con successo un uomo di 51 anni, arrivato in condizioni gravissime all'Ospedale Niguarda da un altro ospedale. Il cuore del donatore proveniva dal Piemonte. Il paziente era in imminente pericolo di vita e il trapianto è avvenuto con circolo sostenuto da supporto meccanico: “Si è trattato di un caso complesso, come purtroppo ne trattiamo molti - spiega Claudio Russo, direttore di Cardiochirurgia - e abbiamo dovuto "combattere" per oltre quindici giorni insieme a lui, in rianimazione”.

 L'emergenza Covid 19 probabilmente renderà impossibile tenere la media di interventi al cuore che si effettuano in questa unità, giunti ormai a 850 all'anno (1° centro in Italia con 34 trapianti di cuore nel 2019): “Ovviamente, l'emergenza ha rallentato la nostra attività - spiega Russo -, ma continuiamo a essere operativi per le emergenze e i casi complessi, come questo”. Perciò, la fondazione “De Gasperis” si batte per sostenere quest'eccellenza italiana e ha appena avviato una raccolta fondi (https://www.degasperis.it/raccolta-fondi-covid-19-niguarda.html). Come commenta il presidente della fondazione, Benito Benedini: “Il sistema cardiovascolare è direttamente interessato dall'infezione e il virus non ci ferma”. Si può dire #vatuttobene

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE