SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Infernetto, mobilitazione della sinistra per il presidio sanitario nell'ex-parrocchia

Possanzini (SI X Municipio):la realizzazione di un presidio sanitario all’Infernetto è una battaglia che portiamo avanti da anni. Stefano Fassina presentato mozione in Campidoglio nel 2016

printDi :: 26 marzo 2020 17:40
sopralluogo Stefano Fassina all'Infernetto

sopralluogo Stefano Fassina all'Infernetto

(AGR) Anche la sinistra condivide la richiesta di FdI sulla trasformazione dell'ex-complesso parrocchiale di San Tommaso all'Infernetto sia trasformato ed attrezzato in presidio sanitario, già previsto, tra l'altro da un Ordine del giorno del X Municipio del 2013.

"La realizzazione di un presidio sanitario all’Infernetto - scrive Marco Possanzini, SI X Municipio - è una battaglia che portiamo avanti da anni, dentro e fuori le Istituzioni, in quanto consapevoli dei limiti dell’unica struttura sanitaria presente nel nostro territorio, l’Ospedale Grassi, un Ospedale che non è più in grado di far fronte alla sempre crescente domanda di assistenza sanitaria. Oggi più che mai, in piena emergenza covid-19, è evidente la necessità di istituire presidi sanitari pubblici nei quartieri più densamente abitati del nostro Municipio, come Acilia ed Infernetto ad esempio, in grado di dare assistenza immediata ai cittadini decongestionando contemporaneamente la struttura sanitaria di riferimento, l’Ospedale Grassi, oramai troppo “piccola” per un territorio grande e densamente popolato come il nostro.

Nel nostro Municipio già esistono strutture in grado di poter essere convertite in presidi sanitari locali, una di queste è proprio l’Ex Oratorio all’Infernetto, un edificio ad oggi inutilizzato divenuto nel frattempo proprietà del Comune di Roma, che ha tutte le caratteristiche necessarie,  così come era stato previsto da un O.d.G. promosso con determinazione dal Capogruppo di SI Eugenio Bellomo e approvato all’unanimità in Consiglio Municipale il 13 Novembre 2013. Non ci siamo mai arresi nonostante le diverse e per certi versi incomprensibili battute di arresto del progetto tant’è che, con il nostro Consigliere Comunale Stefano Fassina, presentammo il 22 novembre del 2016 una mozione in Campidoglio proprio per chiedere la trasformazione dell’ex Oratorio in Presidio Sanitario.

Ora è il momento di pianificare - continua Possanzini -  e procedere celermente con l’allestimento del Presidio Sanitario, una struttura che sarà pubblica e che dovrà rimanere assolutamente pubblica. Nelle prossime ore protocolleremo un documento, sia in Campidoglio sia alla dirigenza della ASL Roma 3, per riprendere e perfezionare l’iter di trasformazione dell’ex Oratorio San Tommaso in Presidio Sanitario. L’emergenza sanitaria che sta sconvolgendo il mondo e il nostro paese ci ha dimostrato in maniera inequivocabile che serve più sanità pubblica, l’unica risposta concreta e certa per garantire a tutti e tutte il noi il diritto alla salute".

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE