SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino, tre positivi al test, si ricostruiscono i contatti avuti dalla famiglia

Il sindaco di Fiumicino Montino: non si tratta di un focolaio locale, la donna era stata vicino Bergamo. Chiusa la scuola frequentata dalla figlia fino al 9 marzo

printDi :: 29 febbraio 2020 15:17
reparti osdpedalieri Spallanbzan

reparti osdpedalieri Spallanbzan

(AGR) Il coronavirus arriva sul litorale. La donna di Fiumicino ricoverata da ieri allo Spallanzani è risultata positiva al test. Anche il marito e la figlia, ai quali è stato esweguito il tampone, sono risultati contagiati anche se asintomatici. L’altro figlio della coppia, anche lui sottoposto al tampone sarebbe, però, risultato negativo. La donna quarantenne era rientrata di recente dalla zona di Bergamo, accusando lievi sintomi influenzali. Ha seguito la profilassi indicata dalla Regione. Prima si era messa in quarantena volontaria avvisando la Asl rm3, quindi, dinanzi al perdurare della febbre alta si era presentata allo “Spallanzani” per i controlli. La donna è poi risultata positiva al test, che è stato confermato anche dall’Istituto Superiore di Sanità. Nel nosocomio romano per precauzione sono stati effettuati i test anche al marito ed alla figlia più grande risultati positivi. Nelle prossime ore sono previsti i test di conferma.

A seguito del caso di Coronavirus a Fiumicino, si è svolto questa mattina un incontro operativo  presso il Comune di Fiumicino, alla presenza tra gli altri del sindaco Montino, dell’assessore regionale alla Sanità D’Amato, del direttore scientifico dell’ospedale Spallanzani Ippolito, della direttrice sanitaria della Asl Roma 3 Amato.

“La prima cosa da dire è che non si tratta di un focolaio di Fiumicino”, chiarisce il sindaco Montino. “La signora – spiega – risultata positiva ai test del Covid-19 ha contratto l’infezione durante la permanenza a Alzano lombardo, in provincia di Bergamo. Positivi sono risultati anche il marito e la figlia di 10 anni, mentre negativo è il figlio di 5 anni. L’intero nucleo familiare, in buoni condizioni di salute, è al momento in isolamento presso l’ospedale Spallanzani di Roma”.

“A seguito delle linee dettate da Regione, Asl e Spallanzani – afferma – si è deciso di chiudere e sanificare fino al 9 marzo a scopo precauzionale la scuola frequentata dalla bambina, ovvero la Scuola elementare Rodano. Data la conformazione dell’intero plesso e i tanti punti di scambio al suo interno, saranno chiuse e sanificate fino al 9 marzo anche la Scuola media Segré e la piscina comunale attigua”.

“I medici e i tecnici della Asl e dello Spallanzani – aggiunge il sindaco – stanno ricostruendo un elenco dei contatti stretti del nucleo familiare, come ha spiegato l’assessore D’Amato. Saranno le autorità sanitarie a contattare personalmente coloro che riterranno siano state le persone più esposte al rischio di un potenziale contagio. Invito tutta la cittadinanza, e in particolar modo le famiglie dei bambini e dei ragazzi che frequentano le scuole in questione o la piscina comunale, a mantenere la calma perché l’equipe dello Spallanzani che segue costantemente il caso è tra le migliori d’Europa. Ricordo che i tre casi presi in cura dallo Spallanzani in queste settimane sono tutti guariti. C’è un protocollo consolidato che ha funzionato e che intendiamo seguire”.

“Una squadra composta da tecnici della Asl e del Seresmi, il Servizio Regionale per l'Epidemiologia, Sorveglianza e controllo delle Malattie Infettive dello Spallanzani – conclude – sta effettuando una indagine epidemiologica per ricostruire i contatti stretti della famiglia e identificare le persone che saranno sottoposte a sorveglianza attiva, restando nelle loro case e seguendo protocolli sanitari precisi. Queste persone avranno a disposizione anche una App dedicata che permette un monitoraggio in tempo reale. Solo in caso di presenza di sintomi si procederà con il test per il Covid-19. È istituito anche il numero verde regionale 800118800 che fornirà tutte le informazioni necessarie”.

E’ stato completato, infine, al “Grassi” il montaggio delle tende dell’ospedale da campo allestito dalla Protezione civile regionale per affrontare l’emergenza coronavirus. Serviranno a fare da filtro triage per evitare possibili contaminazioni dell’area di Pronto soccorso. Oltre a quello allestito l’Istituto Spallanzani di Roma sono state già montate le strutture di pre-triage presso gli ospedali Grassi di Ostia , Azienda ospedaliera Sant’Andrea, il Policlinico di Tor Vergata, il Policlinico Gemelli e il Cristo Re.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE