SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

X Municipio, il potenziamento del servizio TSMRE è un impegno globale che non riguarda solo la sanità

La presidente della Commissione Politiche sociali e abitative del X Municipio: ritengo di assumere un'ottica più ampia. L'aumento delle difficoltà nei bambini e nei ragazzi a causa del lockdown e della DAD deve essere affrontata non solo dal punto di vista medico, ma con un approccio integrale.

printDi :: 12 febbraio 2022 16:01
X Municipio, il potenziamento del servizio TSMRE è un impegno globale che non riguarda solo la sanità

(AGR) "Ieri in Consiglio municipale è emersa un unanime atteggiamento di solidarietà nei confronti delle famiglie che chiedono, attraverso una petizione, che venga immediatamente potenziato il servizio del TSMREE nel nostro Municipio (Acilia e Ostia)"- si legge su una nota di Mirella Arcamone, presidente della Commissione Politiche sociali e abitative del X .  Oggi, sul tema, arriva una nota del M5S. "Questa del potenziamento del servizio è una battaglia che genitori e docenti stanno portando avanti anche attraverso una raccolta firme a difesa del diritto alle cure e all’assistenza per i minori con patologie. Iniziativa che abbiamo subito sposato. Invitiamo anche le altre forze politiche ad unirsi a sostegno della causa. (Lo dichiarano in un comunicato stampa congiunto i Gruppi Consiliari del Movimento 5 Stelle 2050 dei Municipi X, XI e XII, di Roma Capitale e del Comune di Fiumicino)". L'invito è stato prontamente raccolto dall'Arcamone che ha aggiunto: "Pur non essendo competenza diretta del Consiglio municipale, noi raccoglieremo e rilanceremo questa istanza in Commissione perché siamo ente di prossimità e nostro compito è anche la vicinanza e l'accoglimento e rilancio delle istanze dei cittadini nei confronti delle altre istituzioni, in questo caso una ASL del tutto sorda alle richieste e bisogni dei cittadini."

"A questo impegno - continua - ho ritenuto di aggiungere convintamente un ringraziamento ai professionisti (come il grandissimo dott. Toni, di cui tutti sentiremo la mancanza professionale) che che negli anni hanno fatto funzionare al meglio possibile il TSMREE, lavorando spesso oltre gli obblighi professionali, compensando con il loro impegno, per quanto possibile, l'atavica carenza di personale. Ho anche chiesto, però, di assumere un'ottica più ampia. L'aumento delle difficoltà nei bambini e nei ragazzi a causa del lockdown e della DAD chiede di essere affrontato non solo dal punto di vista medico, ma con un approccio integrale.

Curano, prevengono, sostengono il benessere dei ragazzi un territorio più bello, luoghi della città puliti, armonici. Parchi fruibili, spazi di aggregazione gratuiti e accessibili. Contesti di arte, musica, sport, volontariato. La loro possibilità reale di stare insieme in modo bello e costruttivo. Come adulti e come istituzione dobbiamo, infatti, avere il coraggio di disvelare e mettere ad oggetto modalità e forme di aggregazione autodistruttiva e distruttiva su cui da tempo taciamo e chiudiamo gli occhi. Anche su questo è necessario lavorare senza sosta e con tutte le energie a disposizione, ciascuno secondo le proprie responsabilità e prerogative. E sul verde, sugli spazi, per le politiche a favore di giovani e bambini, per valorizzare le associazioni, il Municipio ne ha e se le deve assumere".

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE