SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Trasporto pubblico su ferro, SCE: nuove fermate anti-traffico su Appia e Tuscolana

Approvato Odg su avvio di un percorso partecipato con tutti gli Enti proposti e la cittadinanza al fine di valutare l'effettivo impatto ambientale dell’infrastruttura prevista per il potenziamento della linea ferroviaria Ciampino-Capannelle-Casilina. Potenziamento trasporto pubblico su ferro

printDi :: 22 febbraio 2022 17:09
Trasporto pubblico su ferro, SCE: nuove fermate anti-traffico su Appia e Tuscolana

(AGR) Sono stati approvati due Ordini del Giorno presentati dal gruppo capitolino Sinistra Civica Ecologista relativi al quadruplicamento della linea ferroviaria Ciampino Capannelle Casilina. Nel primo si chiede di avviare, prima di iniziare qualsiasi attività, un percorso partecipato con tutti gli enti proposti e la cittadinanza al fine di valutare l'effettivo impatto ambientale dell’infrastruttura.

Il secondo prevede il rafforzamento del trasporto pubblico su ferro delle persone con l'apertura di nuove fermate per decongestionare il traffico urbano dell'Appia e della Tuscolana e lo spostamento delle merci fuori dalla città.

“Le finalità del PUMS sono chiare per questo valutare lo stralcio del progetto relativo al quadruplicamento della linea ferroviaria Ciampino Capannelle Casilina per il nostro gruppo sembra un atto dovuto e necessario.

Teniamo conto, infatti, che gli interventi previsti per realizzare l’infrastruttura passerebbero all’interno del Parco dell’Appia Antica che è un’area di pregio storico, archeologico e paesaggistico, in una zona già a rischio idrogeologico nella parte di via Casilina Vecchia e del Mandrione.

Tali interventi, inoltre, comporterebbero inevitabilmente lo sventramento di aree verdi pubbliche e di edifici sia residenziali che commerciali prevedendo espropri.Il nostro appello, quindi, per un maggiore coinvolgimento dei comitati cittadini e di tutti gli attori istituzionali per scongiurare danni al patrimonio ambientale, storico e archeologico del Parco degli Acquedotti e per rendere disponibili linee dedicate al trasporto dei passeggeri, anche per una questione di sicurezza in modo da diminuire la pericolosità del transito delle merci dentro la città, potenziale causa di incidenti come drammaticamente avvenuto a Viareggio qualche anno fa”.

Così in una nota Alessandro Luparelli e Michela Cicculli, consiglieri di Sinistra Civica Ecologista in Assemblea Capitolina.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE