SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia senza musica classica, sfrattata l'Arcangelo Corelli

Davide Bordoni, consigliere capitolino della Lega-Salvini insorge: ad Ostia non si trova una collocazione adeguata a chi fa cultura.L'associazione Arcangelo Corelli ha diritto a continuare la sua preziosa attività. Subito bisogna individuare nuova collocazione

printDi :: 04 settembre 2020 22:27
Ostia senza musica classica, sfrattata l'Arcangelo Corelli

(AGR) L’associazione musicale “Arcangelo Corelli” che dal 1993 è presente sul litorale romano, organizzando stagioni concertistiche, corsi musicali e soprattutto approfondendo la cultura musicale, è stata “sfrattata” dall’istituio Vivaldi dove aveva la sua sede dal 31 agosto per la restituzione dei locali assegnategli alla scuola per necessità di nuovi spazi.  Davide Bordoni, consigliere capitolino “Lega -Salvini” insorge ed attacca il X Municipio.  “Ad Ostia non si trova posto per la cultura. – scrive Bordoni  - Come si potrebbe salvare un’entità culturale come l'Associazione Corelli che non ha fatto niente di male se non fare cultura in un territorio difficile come quello del X Municipio? Quale futuro avrà dopo lo sgombero? Va trovata – continua Bordoni - una soluzione per una delle associazioni culturali più importanti di Ostia. Costretta a lasciare i locali dell’Istituto Vivaldi dove per anni ha promosso l’insegnamento della musica l’offerta culturale della storica Associazione A. Corelli è a rischio.

 Nessuna polemica con la dirigenza dell’istituto, dove serve lo spazio necessario per la didattica e il distanziamento, ma sconcerta la totale mancanza di alternative nonostante la disponibilità dell’opposizione in Comune. Al Maestro Giorgio Angelini, presidente dell’Associazione con un passato all'Accademia di Santa Cecilia, è stato offerto solo un “rimessaggio” per custodire gli strumenti musicali fino a dicembre.

Questa associazione ha il diritto di continuare l’attività dei suoi corsi. Presso la colonia Vittorio Emanuele ci sarebbe posto ma serve agire in fretta. La logica del tutto “gratis” della maggioranza pentastellata in ambito all’iniziativa culturale ha portato confusione e mancanza di riguardo per chi lavora da anni in questo campo con entità culturali di tutto rispetto”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE