SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, è già scontro politico sui nuovi chioschi

Pd X Municipio con il segretario Flavio De Santis punta il dito: non credo sia l'iniziativa giusta per rilanciare il litorale considerato l'afflusso estivo. Paolo Ferrara (M5S) ha replicato: Stiamo facendo dimenticare ai cittadini i danni che avete provocato

printDi :: 12 maggio 2020 20:02
tipologia del chiosco mobile

tipologia del chiosco mobile

(AGR) I nuovi chioschi a forma di ananas sul litorale romano già fanno discutere, dal Pd una frecciatina….a Paolo Ferrara, consigliere comunale e definito il “Presidente ombra” e promotore dell’iniziativa, ribadendo che non sembra questa essere l’iniziativa giusta per rilanciare le spiagge di Ostia.

"Mentre il X Municipio  - scrive Flavio De Santis, segretario del Pd del X Municipio su face book - non sa ancora come gestire la stagione balneare che sta per iniziare, il 'presidente ombra' Paolo Ferrara annuncia la pubblicazione del bando per l'assegnazione di 7 posteggi di fronte alle spiagge libere e nella pineta di Ostia, dove stazioneranno 3 camion bar e 4 chioschi a forma di frutta per la vendita di cocomeri, frutta fresca e bevande. Il demiurgo del Movimento 5 Stelle, in questo modo, e' convinto di offrire un servizio alle migliaia di persone che (ci auguriamo) si riverseranno ad Ostia in un'estate cosi' particolare, con molti romani che non potranno partire ed opteranno quindi per il mare della loro citta'. Senza tenere conto che, dopo l'abbattimento dei chioschi, non c'e' nessun soggetto che si occupi di pulire e vigilare sulle spiagge libere in maniera continuativa. Crediamo che non sia questa la soluzione per rilanciare il litorale e invitiamo il Municipio ad organizzare con la dovuta serieta' l'apertura della stagione balneare, quest'anno piu' complicata che mai".

La replica, sempre su face book dello stesso Paolo Ferrara arriva a stretto giro di posta: “Il Partito democratico, quello che ha fatto commissariare il Municipio proprio per la gestione delle spiagge, dovrebbe solo tacere. I servizi sugli arenili sono tutti garantiti. – scrive Ferrara -  Se in questo momento uscissero di casa gli strateghi piddini si accorgerebbero del grande lavoro che stiamo facendo sul mare di Roma. Ruspe, bobcat e operai sono in azione grazie ad appalti limpidi. Stiamo facendo dimenticare ai cittadini i danni che loro hanno provocato. Anche i chioschi per gli aperitivi e la frutta sono un rimedio alle Convenzioni che le loro amministrazioni rilasciavano, convenzioni ritenute illegali dalla Guardia di Finanza e dalla Procura di Roma”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE