SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Elezioni, i "Fuori sede" non possono tornare a casa per votare...visti i costi da sostenere

Valutata l’opzione della residenza temporanea per i fuori sede, così da risolvere il problema del voto in trasferta ed anche del medico di base nella sede cittadina dove si studia o lavora. Tra le altre proposte:un tetto massimo per le spese di affitto; un bonus affitti governativo e borse di studio

printDi :: 05 settembre 2022 21:06
Proposte per studenti fuori sede locandina

Proposte per studenti fuori sede locandina

(AGR) "Il quotidiano "La Repubblica" lamenta come ci sarà un’ampia fetta di giovani che non voterà il prossimo 25 settembre. Tra questi vogliamo ricordare i fuori sede, in troppi casi impossibilitati a esercitare il proprio diritto di voto per i costi sproporzionati da sostenere per tornare a casa: parliamo di viaggi che vanno dai 50 euro in su, non inclusi di andata e ritorno. Tanti soldi che oggi sono una stangata sulla testa di studenti e lavoratori fuori sede, sommersi dall’aumento degli affitti, delle bollette e della spesa a causa della crisi economica ed energetica che attraversa l’Europa.

La politica oggi deve parlare anche di questo e trovare soluzioni. Sotto questo punto di vista, noi abbiamo valutato
l’opzione della “residenza temporanea” per i fuori sede, così da risolvere il problema del voto in trasferta ed anche del medico di base nella sede cittadina dove si studia o lavora. La "residenza temporanea" sul piano studentesco, può essere utile per ricreare il concetto di "universitas", ovvero una comunità di studenti che condividono un interesse comune per permettere una più agevole inclusione dell'Università nel tessuto sociale intorno ad essa e quindi evitare di avere Atenei nel deserto oppure isolati dalla vita sociale della Città. Una proposta che però deve essere seguita da un pacchetto di
riforme, che devono camminare parallelamente a questa proposta per agevolare la vita dei fuori sede: un tetto massimo per le spese di affitto; il bonus affitti governativo per queste persone e delle borse di studio - in soldi - per gli studenti fuori sede più meritevoli, così da agevolare il pagamento degli affitti delle camere".

Comunicato congiunto a cura dei movimenti politici, studenteschi e sindacali:
Italia Comunità
Direzione Università
Associazione Culturale “Il Marforio”
UGL Giovani
Generazione Popolare

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE