SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Bambino punto da un ago... spiagge nel degrado

Da destra e sinistra piovono le critiche sulla tenuta degli arenili di Nuova Ostia. Bordoni (Lega):da quando hanno rimosso i chioschi, non c'è più nessuno che pulisce. Flavio Vocaturo (Pd AMA):si poteva organizzare meglio la sicurezza nelle spiagge

printDi :: 13 giugno 2020 19:20
Bambino punto da un ago... spiagge nel degrado

(AGR) Critiche da destra e sinistra piovono sulla tenuta ed i servizi degli arenili di Ostia ponente.“ Ad Ostia, oltre a rifiuti e sporcizia torna anche il pericolo siringhe. La stagione estiva è appena iniziata, tra le difficoltà del distanziamento sociale e degli arrivi contingentati, ma le spiagge del litorale romano sono già in sofferenza con scarsi servizi e poca organizzazione. Una situazione di per sé precaria che dal 1 luglio, con la chiusura del lungomare, rischia di peggiorare”. Esordisce il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni che aggiunge: “Attraverso la pubblicazione di un post sul rinvenimento dell’ago di una siringa si è appreso del ferimento di un bambino nei pressi di piazza Gasparri. Un episodio in via d’accertamento ma, da quando hanno rimosso i chioschi, non c'è più nessuno che pulisce e questo è sotto gli occhi di tutti esattamente come lo sono certi “assembramenti” di roulotte di nomadi che cercano di accamparsi intorno a Piazza Sirio e sul lungomare in generale.

Solleciteremo tutte le opportune verifiche, l’improvvisazione e l’impreparazione di un Municipio che finge di non vedere non permettono di ottenere risposte decenti ma fatti del genere destano preoccupazione anche perché denotano la totale assenza di controllo del territorio”. Ha denunciato in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni. A puntare il dito sulla mancata pulizia arriva anche Flavio Vocaturo, esponente del Pd AMA: “ Un bambino di 7 anni mentre si trovava in spiaggia ad Ostia ponente, tranquillamente a giocare, si è punto con una siringa. Il fatto  è accaduto ieri pomeriggio intorno alle 18 sul tratto di spiaggia antistante piazza Gasparri. Un fatto gravissimo (ma non nuovo…) che scuote il quartiere di Nuova Ostia. Sono passati mesi durante i quali si poteva organizzare la sicurezza delle spiagge ma l’amministrazione non è stata in grado di pianificare nulla e a farne le spese, oggi, sono i cittadini, in particolare questa volta un bambino di 7 anni. Siringhe, accessi non controllato, nessun primo soccorso. Pretendiamo che l’amministrazione chieda scusa al bambino e alla sua famiglia per quanto accaduto e che si prenda le sue responsabilità, invitando l’assessore all’ambiente a presentare le dimissioni”

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE