SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Alitalia, a Fiumicino, Lega e Pd in difesa dei posti di lavoro

Michela Califano (Pd Lazio) annuncia: stop esuberi Alitalia, intervenga Draghi o sarà lotta per salvaguardare il lavoro. Gruppo Lega: riguarda il destino di migliaia di famiglie. Un momento di drammatica incertezza per il futuro e non possiamo restare inerm

printDi :: 18 marzo 2021 16:46
Alitalia, a Fiumicino, Lega e Pd in difesa dei posti di lavoro

(AGR)  Fiumicino cresce la preoccupazione per la situazione Alitalia. L’aeroporto resta anche con il suo indotto l’occasione di lavoro perA migliaia di persone, gran parte residenti nel comune tirrenico o nel X Municipio di Roma. Michela Califano (Pd Lazio) si è schierata con determinazione annunciando sostegno alla lotta dei lavoratori. “Alitalia va rilanciata e non depauperata. Condivido ogni virgola dell’intervento del sindaco di Fiumicino Esterino Montino in riferimento alle dichiarazioni del Ministro della Lega Giorgetti che ha annunciato nuovi tagli al personale. - ha detto Michela Califano (Pd Lazio) - Ripeto ciò che ho già espresso qualche giorno fa durante consiglio straordinario sul tema Alitalia: il lavoro è un diritto sacrosanto e non c’è Governo che tenga. Nessuno potrà impedirci di lottare per salvaguardare l’occupazione e la dignità di migliaia di famiglie che rischiano, per scelte scellerate, di finire ‘a terra’ come la nostra compagnia di bandiera.Altro che scivoli e ammortizzatori. Vogliamo un’Alitalia competitiva, che sfidi le compagini europee, che investa sui voli a lungo raggio, che porti il nostro tricolore ovunque nel Mondo. E non una compagnia di bandiera, supina agli interessi dei competitor tedeschi o francesi. Il Governo Draghi in questo senso non inizia bene. Su Alitalia si deve cambiare passo e noi non ci tireremo indietro. Se vogliono la lotta, noi siamo pronti….”

Sulla stessa lunghezza d’onda ed a difesa del lavoro si è schierata anche la Lega Fiumicino che in una nota ha riferito: “Le notizie che si sono rincorse nella giornata di oggi sul futuro di Alitalia non possono lasciare né indifferente né passivo chi quotidianamente vive il territorio di Fiumicino. Si parla del destino di migliaia di famiglie che stanno vivendo un momento di drammatica incertezza per il proprio futuro e di fronte a questa emergenza non possiamo restare inermi. Il momento è delicatissimo e sarebbe tanto più irresponsabile lasciarsi trasportare da superficiali e inutili strumentalizzazioni.

Ribadiamo con forza che il potenziamento nel tempo della flotta, l'aumento seppur graduale del numero dei voli e, soprattutto, la tutela dei livelli occupazionali e del sostegno ai lavoratori e alle lavoratrici siano i principi cardine su cui deve basarsi il piano di rilancio della compagnia di bandiera. Su questi due ultimi punti abbiamo registrato importanti dichiarazioni da parte di alcuni esponenti del Governo ma confidiamo che il dossier relativo ad Alitalia, prima della definitiva stesura del piano industriale, continui ad essere attenzionato e studiato con il massimo impegno e soprattutto che si trovino soluzioni che possano scongiurare drammatiche ripercussioni sul nostro territorio rilanciando un asset strategico per l'intero paese. Soluzioni che Fiumicino e l'Italia intera attendono dopo gli innumerevoli tentativi falliti dai Governi precedenti. Per quanto ci riguarda, saremo sempre in prima linea per rappresentare e difendere le istanze che arrivano dal nostro territorio con competenza e attenzione”. Nota del Gruppo Consiliare Lega Fiumicino

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE