SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino, via libera allo smart working all'interno degli uffici

Nel quadro dell'emergenza sanitaria e per limitare al minimo gli spostamenti la Giunta ha approvato una delibera per favorire l'adozione del lavoro agile

printDi :: 10 marzo 2020 18:42
smart working fiumicino

smart working fiumicino

(AGR)  Nell'ambito delle misure adottate dal Governo per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 (coronavirus), il Presidente del Consiglio dei ministri ha emanato lo scorso 1° marzo 2020 un nuovo Decreto che interviene anche sulle modalità di accesso allo smart working. Oggi a Fiumicino, con una delibera di Giunta è stato dato il via libera alla promozione del “lavoro agile”

Il lavoro agile (o smart working), infatti, è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall'assenza di vincoli orari o spaziali e un'organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro; una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività.

“In ottemperanza alle direttive emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per contrastare la diffusione del Covid-19, è stata approvata oggi una delibera di Giunta con cui si promuove il lavoro agile all’interno del Comune di Fiumicino per tutto il periodo di permanenza dell’attuale stato di emergenza sanitaria. Lo scopo è quello di non abbassare il livello delle prestazioni dell’Amministrazione comunale, senza però aumentare l’accesso di pubblico negli uffici e garantendo il regolare svolgimento dei servizi essenziali”. Lo dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino.

“Sempre in quest’ottica tutti i Dirigenti – spiega il sindaco – sono chiamati a favorire prioritariamente ai propri dipendenti la fruizione di ferie e permessi residui. Il lavoro agile sarà invece adottato per il maggior numero di lavoratori, compatibilmente con le esigenze dell’Amministrazione e nel rispetto dei principi di legge. I soli lavoratori esclusi da tale provvedimento saranno quelli appartenenti all’area educativa impegnati nelle mansioni di istituto. Per tutti gli altri, invece, sarà possibile fare richiesta ai propri dirigenti del lavoro agile. Sarà data priorità ai lavoratori affetti da patologie, a quelli con figli disabili, alle lavoratrici nei tre mesi successivi al congedo di maternità, ai genitori di figli minori costretti a casa in conseguenza della sospensione del servizio scolastico, a coloro che raggiungono il posto di lavoro coi mezzi pubblici percorrendo una distanza di almeno 5 chilometri”.“Si tratta di una disposizione – conclude il sindaco – presa a seguito dell’emergenza sanitaria in corso. In ogni caso si sta già lavorando a una regolamentazione che applichi la modalità del lavoro agile all’interno del Comune di Fiumicino in modo permanente, nell’ottica di una riorganizzazione totale del lavoro e una ristrutturazione migliore dello stesso”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE