SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Insubordinate&Ied Graduates Fashion Show 2022, in passerella il prossimo 11 luglio

Il ritorno in passerella di IED ad Altaroma è manifesto dell'Alta Sartorialità Decostruita. Tra le creazioni dei giovani fashion designer: collezioni in partnership con Fondazione Biagiotti e il progetto A Future Together in collaborazione con Maglificio Gran Sasso e AKETH tributo alla dea Sekhmet

printDi :: 07 luglio 2022 17:28
Laura Finzio Biophily

Laura Finzio Biophily

(AGR) Tagli vivi, cuciture a vista, spalline insellate, arricciature e ricami che riprendono punti a mano: sulla passerella di Altaroma, l'esclusiva kermesse che celebra la creatività emergente nella Capitale, i giovani fashion designer della Scuola romana di Moda dell'Istituto Europeo di Design scardineranno tutti i dettami dell'alta sartoria.

Lunedì 11 luglio alle 18 i migliori diplomati dei corsi in Fashion Design e Design del Gioiello di IED Roma sfileranno con le loro creazioni nella cornice dell'Ex Caserma Guido Reni (Via Guido Reni, 7), mostrando il risultato di un percorso didattico durato tre anni, coordinato da Paola Pattacini. Un lavoro artigianale volto a ribaltare i canoni della disciplina sartoriale. Metaforicamente, un rovesciamento delle regole che vuole affermarsi come un manifesto dell'imperfezione.

Le capsule collection che INSUBORDINATE porterà in passerella metteranno in evidenza la costruzione di ogni capo e saranno accompagnate da tre collezioni di gioielli e altrettante di accessori. Tra queste, Bodyparts di Gianluca Zumbolo, collezione che indaga il corpo e il suo modificarsi con il tempo, esaltando una definizione di bellezza in continuo mutamento che mette in discussione stereotipi e convenzioni. O, ancora, AKETH di Maria Eleonora Pignata, un tributo a Sekhmet - dea egizia delle pandemie e delle guarigioni, che punisce e rigenera. Una collezione nata in collaborazione con Musei Vaticani che punta a valorizzare la distruzione come simbolo di creazione e di rinascita e vuole dimostrare come dalle imperfezioni nascano potenti forme estetiche e interiori.

Nel corso dell'evento, l'Istituto Europeo di Design presenterà inoltre le collezioni New Universe e 15-4020, dedicate ai capolavori di Giacomo Balla realizzate in partnership con Fondazione Biagiotti Cigna, e il progetto A Future Together, in collaborazione con Maglificio Gran Sasso, nato per immaginare il futuro dello storico marchio d'abbigliamento made in Italy e che vuole rappresentare un punto di connessione tra la sperimentazione creativa dei giovani fashion designer e la qualità delle antiche tecniche manifatturiere del brand.

foto da comunicato

Photo gallery

Body parts
IED Roma Federica Tomei You May as well bllom

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE