SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Il Prato Film Festival chiude la sua nona edizione con la proiezione di Picciridda - Con i piedi nella sabbia, diretto da Paolo Licata.

Premiato anche il Sindaco di Prato Matteo Biffoni, con una maschera speciale dedicata a Carlo Monni.

printDi :: 30 luglio 2021 13:32
Picciridda - Con i piedi nella sabbia

Picciridda - Con i piedi nella sabbia

(AGR) PRATO, 30 LUGLIO 2021. Il Prato Film Festival chiude la sua nona edizione con la proiezione (sullo schermo dell’arena estiva cinematografica del Castello dell’Imperatore alle 21.45),​ di Picciridda - Con i piedi nella sabbia, lungometraggio del 2019 tratto dal romanzo di Catena Fiorello e diretto da Paolo Licata.

«Un film stupefacente, che va dritto al cuore», così lo ha descritto il regista Oliver Stone; ambientato a fine anni Sessanta in un villaggio di pescatori, il film racconta la storia di Lucia, una bambina di undici anni affidata ad una donna severa e incapace di manifestare i propri sentimenti, che scopre un terribile segreto di cui rimarrà vittima, pagando un prezzo molto alto. Una pellicola forte, intensa e con momenti di pura poesia, che ha raccolto critiche positive e numerosi premi, e che adesso viene omaggiata anche dal Prato Film Festival: al Castello dell’Imperatore saranno presenti e premiati il regista Paolo Licata e le attrici Katia Greco, Tania Bambaci, Lucia Sardo e la giovanissima protagonista Marta Castiglia, e poi si intratterranno in una conversazione a più voci con il critico e giornalista cinematografico Paolo Calcagno.

Un degno finale per la manifestazione cinematografica internazionale ideata e diretta da Romeo Conte, che per sei giorni consecutivi ha riempito di appassionati di cinema l’arena estiva cinematografica del Castello dell’Imperatore, con proiezioni, guest star e momenti di dialogo e incontro con il pubblico.

A chiudere ufficialmente la manifestazione sarà il Sindaco di Prato Matteo Biffoni, che riceverà dalle mani di Cinzia Menichetti, presidente della Scuola d’Arte Leonardo, una maschera raffigurante l’attore e poeta Carlo Monni, realizzata dal Maestro Gerardo Gelardi. «Questa edizione del Prato Film Festival conferma che il cinema e l'audiovisivo funzionano particolarmente bene quando trovano una connessione con il territorio, con la sua vocazione produttiva principale e con le scelte politiche più complessive.

Il PFF - nella sua rinnovata veste - si propone come interprete capace di chiudere la filiera che parte dalle imprese e dalle loro aggregazioni, come CNA insegna,​ si consolida con le scelte strategiche come Manifatture Digitali Cinema, e si salda con le scelte fatte in ordine al futuro che il Comune di Prato, assieme a Fondazione Sistema Toscana e Regione Toscana sta portando avanti.

Al meglio, per la decima edizione!» commentano il Sindaco Matteo Biffoni e l’Assessore alla Cultura del Comune di Prato Simone Mangani.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE