SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Disastroso esordio di Christine Lagarde

La gaffe della presidente UE manda a picco le borse

printDi :: 14 marzo 2020 19:03
Christine Lagarde, presidente della Banca Centrale Europea

Christine Lagarde, presidente della Banca Centrale Europea

(AGR) Di sicuro, la disastrosa conferenza stampa di Christine Lagarde, presidente della Banca Centrale Europea, culminata con l’infelice frase «Noi non siamo qui per accorciare gli spread. Non è questa la funzione né la missione della BCE. Ci sono altri strumenti e altri attori deputati a queste materie», ha assestato un colpo durissimo alla credibilità di quella struttura e, di conseguenza, a quella della UE, ma, soprattutto, alla nostra economia. Quella frase è stata infatti pronunciata durante la presentazione delle misure che la BCE intende intraprendere per fronteggiare la pandemia di coronavirus.       

In pratica, è come se la signora avesse preso a picconate una colonna portante dell’Unione Europea.   Nella sostanza delle dichiarazioni, la presidente è sembrata ignorare che, tanto in politica economica, quanto in quella monetaria, che ne è parte, esistono leggi ferree che, sebbene non scritte, devono essere rispettate anche dalla Banca Centrale Europea, nonostante l’articolo 130 del TFUE (Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea) ne sancisca l’indipendenza.                                       

Ê molto probabile che nei prossimi giorni, pur di mantenersi saldamente ancorata a quella poltrona, affermerà di essere stata fraintesa, in questo modo uscendo, senza scusarsi ufficialmente, dall’imbarazzante situazione in cui si trova.

Per nostra fortuna, essendo stata commessa alla sua conferenza stampa d’esordio, c’è modo per rimediare alla gaffe prima che sia troppo tardi, cioè prima che l’ineffabile signora e la sua squadra danneggino ulteriormente la già piuttosto precaria credibilità dell’Unione Europea e le traballanti economie di molti suoi stati membri.

La Banca Centrale Europea non può essere lasciata in quelle mani, così incapaci ed inaffidabili, di madame Lagarde, née Lallouette.     

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE