SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

LI.SI.PO, aumentano le proteste nei centri di accoglienza

De Lieto Segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia chiede l'immediato intervento del Ministro dell'Interno

printDi :: 16 agosto 2020 17:45
LI.SI.PO, aumentano le proteste nei centri di accoglienza

(AGR) Dopo i precedenti casi di proteste da parte di immigrati ospitati nei centri di accoglienza di Udine, Treviso ed altrove, a Gradisca d'Isonzo (Gorizia) nel Centro di permanenza per il rimpatrio, alcuni stranieri ospiti del centro hanno tentato la fuga inscenando una rivolta.

Si è reso necessario l’intervento delle Forze dell’Ordine e Vigili del fuoco al fine di reprimere i disordini e domare le fiamme di un incendio alimentato da oggetti vari, vestiti e suppellettili,  un carabiniere è rimasto ferito lievemente.

Sull’accaduto il Segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) Antonio de Lieto ha così commentato: “Per taluni stranieri, che vengo ospitati a spese degli Italiani nei vari centri di accoglienza sparsi per l’Italia, è diventato una moda porre in essere una fuga dal centro ospitante ed arrecare allo stesso notevoli danni.

Ogni giorno nei nostri porti attraccano navi con stranieri irregolari che, in dispregio alle nostri leggi, varcano i confini marittimi alla “conquista” del nostro Paese, alimentato ancor più – ha continuato de Lieto – la “PIAGA DELL’INVASIONE”, spesso nei vari centri di accoglienza scopia la rivolta degli ospiti.

Costoro, a parere del LI.SI.PO., allo Stato Italiano e quindi ai contribuenti, costano svariati milioni di euro e lo stesso Stato per i nostri Fratelli Italiani, che non hanno una casa e un lavoro, non hanno da mangiare e non hanno un sostentamento, fa poco o niente.

Non si può continuare con questa politica del tutto va bene madama la marchese – ha concluso il leader del LI.SI.PO.- in più circostanze il Ministro dell’Interno è stato sollecitato da LI.SI.PO. ad intervenire per evitare, a parere del LI.SI.PO., LA DERIVA DELL’ITALIA. Signor Ministro dell’Interno chi ha tempo non aspetti tempo - intervenga ora!!!

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE