SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Giornata Internazionale della musica, al Conservatorio di Santa Cecilia la musica dialoga con le pitture Dantesche di Corrado Veneziano

L’esposizione di Veneziano è l’unica personale di un artista vivente nel ricco programma patrocinato e sostenuto dal Ministero della Cultura e del Comitato Dante700. La mostra, visitabile in forma integrale fino al 3 luglio, è composta da 33 opere

printDi :: 19 giugno 2021 15:53
Conservatorio Santa Cecilia sala accademica

Conservatorio Santa Cecilia sala accademica

(AGR) Nella Giornata internazionale della Musica, il 21 giugno, le opere pittoriche di Corrado Veneziano dialogano con strumentisti, maestri e musicisti del Conservatorio Santa Cecilia. Arte figurativa e musica hanno sempre intessuto tra loro un rapporto profondo e denso, ma in questo caso – nella reinterpretazione di Veneziano – tale connessione è forse ancora più esplicita: un Dante dipinto nella forza ritmica del Codice Morse e, quasi una partitura, negli algoritmi dei codici a barre editoriali.In parallelo, il contraltare di Liszt con la sua Après une lecture du Dante, eseguita al pianoforte da Giorgio Bolognesi, e poi – nel centro del Chiostro di Santa Cecilia – gli strumentisti del Ensemble the Fingers diretti dal Maestro Ugo Gennarini in una proposta per soli fiati articolata e coinvolgente.

La Giornata Internazionale della Musica sarà aperta alle 19 dal Direttore del Conservatorio Roberto Giuliani, accompagnato dal critico d’arte Francesca Barbi Marinetti, che cura la mostra con Niccolò Lucarelli e Raffaella Salato. Il concerto sarà fruibile gratuitamente.

L’esposizione di Veneziano è l’unica personale di un artista vivente nel ricco programma patrocinato e sostenuto dal Ministero della Cultura e del Comitato Dante700. La mostra – visitabile a Roma in forma integrale fino al 3 luglio – è composta da 33 opere di medie e grandi dimensioni nelle quali, indugiando talora sul figurativo, Venezianoevoca autori classici (da Orcagna a Botticelli) e moderni, riprendendo anche poeti e narratori contemporanei, come Borges, Eliot, Pound.

Il progetto pittorico è arricchito da tre abiti dedicati a figure femminili della Commedia (Beatrice, Pia de’ Tolomei, Francesca da Rimini), ideati e realizzati dalla costumista Regina Schrecker. Il Catalogo è edito da Il Sextante di Mariapia Ciaghi che, con Niccolò Lucarelli, ha coordinato i rapporti internazionali della mostra e le sue anteprime a Los Angeles, Siviglia, Asunciòn, Parigi, Cracovia, Bucarest, Breslavia, Algeri, San Pietroburgo, Lanzhou.

Photo gallery

Corrado Veneziano Dante codice morse

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE