SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Edizione 2021 del premio IusArteLibri: Il ponte della legalità

Ad inaugurare la rassegna giuridico-letteraria il romanzo di Michele Leoni “Giudice per nessuno”. Il romanzo nasce dall'esperienza del giovane Michele, magistrato di prima nomina a Locri, negli anni '90 e si inserisce nel tema socio-giuridico del concorso

printDi :: 13 febbraio 2021 17:55
Sotira Leoni con lo scrittore Michele Leoni

Sotira Leoni con lo scrittore Michele Leoni

(AGR) di Donatella Gimigliano

E' stato il romanzo del Presidente del Tribunale di Ravenna, Michele Leoni, a tenere a battesimo l'edizione 2021 del Premio Letterario Giuridico IusArteLibri: Il Ponte della Legalità, ideato ed organizzato dall'avv. Antonella Sotira che, al momento, si svolgerà via web. "Giudice per nessuno" (L'Erudita editore), il romanzo sull'esperienza del giovane Michele, magistrato di prima nomina a Locri, negli anni '90, si innesta perfettamente nel tema socio-giuridico dell'edizione 2021 del Premio" ES- Patriati: diritti senza confine" delineato dal primo saggio in concorso" Civitas romana, civitas mundi-  Saggio sulla cittadinanza romana" del Prof. Antonio Palma Edito da Giappichelli.

Sin dalla romanità il processo non è solo il luogo, lo spazio il tempo, in cui si fa o si cerca di fare giustizia, ma è soprattutto un luogo che segnando i confini dei diritti delle parti, può creare, in tutti i protagonisti, straniamento, distopia, disidentificazione. Come dice il giovane Michele, si può finire così ad esser solo un "notaio del crimine", un giudice di e per "nessuno". Spesso i processi finiscono senza colpevoli da condannare, senza alcuna giustizia per le vittime, non solo perché nel processo, le regole di garanzia, non approdano a prove di responsabilità, ma anche perché, come sulle vecchie carte nautiche, oltre certi confini, hic sunt dracones. L'omertà, che ci tiene a precisare il Presidente Leoni, che negli anni, in altre Regioni ha continuato ad occuparsi di mafia, non è solo il confine culturale della mentalità calabrese ma è un diffuso straniamento dai valori giuridici.  Ecco perché il romanzo è la prima pubblicazione inserita nella Collana IusArteLibri curata dall'avv. Antonella Sotira.

A moderare il dibattito la giornalista Anna La Rosa che ha introdotto i relatori l'avv. Saveria Mobrici, Presidente della Camera Penale Militare di Roma  e Consigliere dell'Ordine degli Avvocati di Roma l' avv. Giuseppe Cherubino  Penalista del Foro di Bologna e Resp. Regionale Carcere Emilia Romagna U.C.P.I. , dott. Valerio de Gioia Giudice Penale Tribunale di Roma, che per anni è stato giudice a Locri, ed il magistrato scrittore Angelo Martinelli, creatore del seguitissimo pubblico ministero, pervertito sentimentale Massimo Angeli.

Insieme al percorso di councelling giuridico "fuori dalle aule", che si snoda nei salotti fra giuristi per la presentazione dei romanzi e dei saggi in concorso, la Collana  IusArteLibri è veicolo di promozione e formazione dei Valori sociali di legalità, giustizia  e solidarietà sociale. Oltre ai patrocini di ben 10 Ordini degli Avvocati, fra cui Roma, Napoli, Rieti, Locri, Reggio Calabria e Massa Carrara, il Premio 2021 si arricchisce quest'anno del Patrocinio della Camera Penale di Roma, della Camera Penale Militare di Roma e del Festival della Letteratura Italiana a Bordeaux " Le Printemps Italien". Oltre al Collegio dei Grandi E-lettori, ogni partner elegge un suo collegio che individua i libri finalisti per la categoria "Miglior Romanzo" che verrà premiato a Roccella Jonica, il Comune Calabrese pilastro del Ponte della Legalità ed il "Miglior Saggio" che verrà premiato a Pontremoli, la Città del Libro, in concomitanza al Bancarella.

Photo gallery

Giudice per nessuno

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE