SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Anfass, un premio per gli studenti per abbattere le barriere architettoniche

printDi :: 13 gennaio 2020 16:30
premio anfass

premio anfass

(AGR) “Siamo convinti che uno dei nostri compiti, come associazione di familiari di persone con disabilità, sia stimolare scuole e studenti a contribuire alla tutela e al miglioramento dei diritti civili. Per questo abbiamo istituito un premio e un fondo che coinvolgerà allievi e istituti scolastici del X Municipio per abbattere le barriere architettoniche presenti e incentivare l’accesso alla formazione”.Si tratta della nuova iniziativa in campo culturale e sociale di Anffas Ostia (associazione nazionale famiglie e persone con disabilità intellettiva e/o relazionale), che a breve sarà anche la più grande Fondazione di settore del litorale romano“Partendo dalla cronaca di un fatto storico accaduto - spiega il direttore generale di Anffas Ostia, Stefano Galloni -, ovvero il salvataggio da parte della Marina Italiana nel 1979 di esuli fuggiti dal regime totalitario instauratosi nel Vietnam del Sud a seguito della guerra nel Paese, chiederemo ai ragazzi delle scuole del territorio di descrivere in un elaborato la relazione tra condizione di disabilità di un individuo, il colore della sua pelle, il suo rapporto con la religione e il principio costituzionale di cittadinanza”.

Saranno premiati due elaborati vincitori attraverso la concessione alla scuola di appartenenza di due premi di 2mila euro che potranno essere utilizzati per l’abbattimento delle barriere architettoniche nell’istituto scolastico o per l’implementazione della segnaletica delle bacheche interne alla scuola, anche in linguaggio facile da leggere o comunicare, il cosiddetto “easy to read”.

Sono previsti inoltre due premi in denaro, di 500 euro ciascuno, che andranno al singolo vincitore da destinarsi all’acquisto, anche parziale, di servizi educativi o accademici in forma di master o similare o ancora per attività culturali in analogia al “bonus cultura”

Potranno partecipare al premio studenti, classi singole o gruppi di classe e gli istituti delle scuole secondarie di II grado del territorio del Municipio Roma X.

“Il premio - spiega ancora il Dg Anffas Ostia -, prima edizione di un lungo progetto, è intitolato a due grandi donne, Anna Maria Lambrocco e Anna Feola, che in diverso modo hanno significativamente supportato la nostra quotidiana lotta per i diritti e i doveri delle persone con disabilità nella società civile italiana”.

Annamaria Lambrocco. Nata a Roma, ha sempre risieduto nel X Municipio. Deceduta a 89 anni di sclerosi multipla, una malattia che la colpisce quando è ancora giovane e che combatte per oltre 50 anni. Una donna aggrappata alla vita. Ha combattuto fino agli ultimi giorni senza mai mollare. Forte d’animo, generosa. Ha voluto che i suoi presidi sanitari fossero donati a chi non ha avuto le sue stesse possibilità.

Anna Feola. Nata a Napoli, risiedeva a Ostia Antica. Amata da tutti. Una donna con un immenso cuore e un’empatia fuori dal comune. Quando ha partorito Francesca, una ragazza con una disabilità, non si è mai scoraggiata. Sempre sorridente. Anche durante la malattia che l’ha colpita, non ha mai fatto prevalere la rabbia. Dotata di grande umanità ha sempre dato coraggio alla propria famiglia. Il suo ultimo pensiero è stato per Anffas Ostia. Ha infatti chiesto che per il suo funerale nessuno acquistasse fiori. Voleva che quei soldi andassero ad Anffas Ostia e ai ragazzi con disabilità.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE