SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Tivoli, denunciati 5 romeni per ricettazione, avevano in casa 262 batterie di monopattini elettrici rubate la settimana precedente

i Carabinieri hanno fatto irruzione all’interno dell’abitazione occupata dai cinque indagati, due uomini e tre donne, di età compresa tra i 23 e 34 anni, ed hanno rinvenuto ben 262 batterie a litio, asportate nella settimana precedente da vari monopattini elettrici di una nota azienda di sharing

printDi :: 29 novembre 2022 11:38
Carabinieri le batterie al litio rinvenute

Carabinieri le batterie al litio rinvenute

(AGR) Si comunica, nel rispetto dei diritti degli indagati (da ritenersi presunti innocenti in considerazione dell'attuale fase del procedimento - indagini preliminari – fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile) e al fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente garantito che, i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Tivoli hanno denunciato in stato di libertà cinque cittadini, tutti di nazionalità romena, gravemente indiziati di ricettazione.

A seguito di un’attività info-investigativa, i Carabinieri hanno fatto irruzione all’interno dell’abitazione occupata dai cinque indagati, due uomini e tre donne, di età compresa tra i 23 e 34 anni, ed hanno rinvenuto ben 262 batterie a litio, asportate nella settimana precedente da vari monopattini elettrici di una nota azienda di sharing che opera nella Capitale.

I cinque indagati non hanno saputo giustificare la provenienza dell’ingente quantitativo di batterie nella loro abitazione e, pertanto, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Tivoli per ricettazione.

Le batterie rinvenute, del valore di oltre 90mila euro, sono state recuperate ed immediatamente restituite all’azienda proprietaria.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE