SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Tivoli, braccialetto elettronico e diveto d'avvicinamento all'ex-compagna, l'uomo non accettava la nuova relazione della donna

Braccialetto antistalking e divieto di avvicinamento alla propria ex ad un 59enne che non accettava la nuova relazione della donna e la minacciava in modo sempre più ossessivo, con comportamenti violenti ed intimidatori intimandogli di chiudere la relazione.

printDi :: 12 settembre 2022 20:16
Tivoli, braccialetto elettronico e diveto d'avvicinamento all'ex-compagna, l'uomo non accettava la nuova relazione della donna

(AGR) Si comunica, nel rispetto dei diritti dell’indagato (da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento - indagini preliminari - fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile) e al fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente garantito, che nella mattinata del 12/09/2022, gli agenti del pool specializzato nella violenza di genere e minori del Commissariato di P.S. di Tivoli-Guidonia, hanno eseguito la misura cautelare del divieto di avvicinamento con applicazione del dispositivo elettronico di controllo (cd. “braccialetto”) nei confronti di C.D.A. di anni 59.

Per mesi, infatti, l’uomo l’aveva perseguitata in modo sempre più ossessivo, con comportamenti violenti ed intimidatori, che hanno portato la donna a denunciare coraggiosamente le condotte agli investigatori del Commissariato di P.S. di Tivoli.

Non accettava la nuova relazione intrattenuta con un’altra persona, per questo l’indagato l’apostrofava quotidianamente con appellativi offensivi e denigratori, minacciandola che avrebbe assoldato qualcuno per far del male al nuovo compagno qualora non avesse interrotto immediatamente la relazione, appostandosi nei pressi della sua abitazione e seguendola negli spostamenti, anche sul posto di lavoro. In alcune occasioni aveva tentato anche di far male al nuovo compagno, nel tentativo di investirlo con la sua auto.

Quanto denunciato dalla donna ai poliziotti del Commissariato Tiburtino è stato riscontrato da numerosi elementi probatori ulteriori, così come indica il provvedimento cautelare del GIP del Tribunale di Tivoli, che accogliendo le richieste del PM della Procura, ha disposto nei confronti dell’indagato la misura cautelare del divieto di avvicinamento con obbligo di mantenere la distanza di almeno 300 metri dalla casa familiare della vittima, dal luogo di lavoro e dagli altri luoghi abitualmente frequentati da lei e dal suo attuale compagno.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE