SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Tenta di violentarla, un amico cerca di difenderla e viene aggredito, la polizia arresta il responsabile

L'aggressione ha avuto luogo tra i senza fissa dimora della stazione Termini. Una donna assieme ad altri uomini è stata aggredita da un tunisino che è stato affrontato da un amico della donna. L'uomo è stato colpito alla testa. Arrestato il responsabile

printDi :: 03 dicembre 2020 12:25
Tenta di violentarla, un amico cerca di difenderla e viene aggredito, la polizia arresta il responsabile

(AGR) In cerca di un giaciglio per trascorrere la notte, una donna insieme ad altri uomini, tutti senza fissa dimora, è stata aggredita, la scorsa settimana  da un  uomo che ha provato a sfilarle i pantaloni e poi a violentarla.  A difenderla, un cittadino marocchino divenuto tuttavia, a causa del suo intervento,  il nuovo bersaglio del 45enne tunisino che ha iniziato a sferrare, al suo indirizzo, calci in testa,  l’ultimo il più violento, quando  ha provato a rialzarsi in piedi. E’ accaduto  a Piazza dei Cinquecento, in prossimità della stazione ferroviaria. Le indagini, serrate, per risalire all’identità del responsabile della tentata violenza sessuale e della aggressione sono state avviate immediatamente dagli agenti del commissariato Viminale, diretto da Fabio Abis.

Non avendo avuto riscontro dalla ricognizione fotografica a cui è stata sottoposta la vittima, gli agenti hanno proceduto alla acquisizione delle immagini  delle telecamere di videosorveglianza presenti a Piazza dei Cinquecento. Hanno così potuto ricostruire in maniera più precisa gli accadimenti, in particolare, individuate le caratteristiche fisiche e i capi d’abbigliamento indossati dal 45enne, gli agenti hanno poi potuto rintracciarlo nei pressi della stazione Termini.

B.E., con diversi precedenti di polizia a suo carico, è stato così sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di tentato omicidio e tentata violenza sessuale. Le due vittime, invece, sono state refertate rispettivamente con 5 giorni di prognosi la donna e 30 l’amico intervenuto in suo aiuto.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE