SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Spionaggio russo, arrestato ufficiale della Marina, ha consegnato documenti segreti

Dopo il blitz dei Ros le reazioni della politica. Stefania Craxi (Senatore Forza Italia): è un fatto di assoluta gravità che va al di là dei risvolti giudiziari ed impone reazioni forti e decise. La Farnesina deve interessare della vicenda la NATO

printDi :: 31 marzo 2021 16:28
Spionaggio russo, arrestato ufficiale della Marina, ha consegnato documenti segreti

(AGR) Spionaggio, i Ros dei Carabinieri hanno arrestato un ufficiale della Marina Militare e fermato ufficiale delle Forze Armate russe di stanza nel nostro Paese. L'operazione è scattata dopo lunghi appostamenti ed intercettazioni, l'attivita' informativa è stata condotta dall'Agenzia Informazioni Sicurezza Interna. L’operazione ha riguardato un capitano di Fregata della Marina Militare e un ufficiale accreditato presso l'Ambasciata della Federazione russa, entrambi accusati di gravi reati attinenti allo spionaggio e alla sicurezza dello Stato.

Il blitz è scattato in occasione di un incontro clandestino tra i due che sono stati sorpresi in flagranza immediatamente dopo che l’ufficiale italiano aveva ceduto importanti documenti in cambio di una somma di denaro. Dopo gli accertamenti di rito, l'ufficiale italiano e' stato tratto in arresto, mentre la posizione del cittadino straniero e' tuttora al vaglio in relazione al suo status diplomatico. Immediate le reazioni del mondo politico all’arresto dell’ufficiale ed alla diffusione della notizia di un grave episodio di spionaggio russo

“Il fermo di due persone, tra cui un ufficiale italiano, - ha detto Stefania Craxi, Senatore di Forza Italia e Vicepresidente della Commissione esteri ed immigrazione - accusate di spionaggio costituisce un fatto di assoluta gravità che al di là dei risvolti giudiziari impone reazioni forti e decise. Tale attività di intelligence volta all’acquisizione di informazioni sensibili, non potrebbe essere considerata, qualora accertata, come un atto di amicizia, propedeutico ad una leale e proficua relazione tra i due Paesi e la stessa Unione Europa, dimensione all’interno della quale l’Italia ha sempre mantenuto un atteggiamento propositivo verso la Federazione Russa. Ovviamente, non conosco il contenuto di tale documentazione classificata. Ma, indipendentemente dalla loro natura, è indispensabile avere delle risposte. A chi rispondeva l’ufficiale russo? Qual è il grado di coinvolgimento del governo di Mosca? Qual è l’obiettivo di una simile missione? È pertanto necessario che, nel mentre gli organi inquirenti proseguono il loro lavoro sostenuti dall’eccellente attività dei nostri ROS e degli uomini dell’Aisi, la Farnesina, dopo la convocazione dell’Ambasciatore russo, interessi della vicenda gli organismi internazionali e la stessa NATO. Lo dico perché non siamo in presenza di un caso isolato. Voglio ricordare che il 30 agosto scorso, in una base NATO in Italia, un tenente colonnello francese è stato arrestato mentre consegnava documenti e informazioni riservate alla Russia. Purtroppo, siamo in una nuova fase”.

Photo gallery

La senatrice Stefania Craxi

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE