SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

San Lorenzo, giro di vite sulla microcriminalità, fermato scippatore

Sottoposto a fermo il responsabile di una rapina avvenuta il 22 luglio scorso. L'uomo è stato riconosciuto dalla vittima dopo una ricognizione fotografica, come l’autore della rapina, nel corso della quale gli erano state strappate dal collo 2 catenine.

printDi :: 07 settembre 2021 15:25
San Lorenzo, giro di vite sulla microcriminalità, fermato scippatore

(AGR) Proseguono, senza sosta, i servizi predisposti dal Questore di Roma nel quartiere San Lorenzo, tesi a contrastare i reati predatori e lo spaccio di sostanze stupefacenti, senza trascurare il fenomeno della mala movida. Posti di controllo, servizi “Alto Impatto” e pattuglioni composti da agenti del commissariato San Lorenzo e della Squadra Mobile, Reparto Prevenzione Crimine, Unità del Reparto Mobile e pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, presidiano l’intero quartiere, costantemente, sia in funzione di prevenzione dei reati, che in chiave repressiva. Non manca, tuttavia, l' attività info investigativa, successiva ed immediata a quella di prevenzione, che ha permesso agli stessi agenti del commissariato San Lorenzo di sottoporre a fermo il responsabile di una rapina avvenuta il 22 luglio scorso. 

R.M.T.N., è stato individuato dalla vittima che lo ha riconosciuto, dopo una ricognizione fotografica, come l’autore della rapina, nel corso della quale gli erano state strappate dal collo 2 catenine.

Sempre presente, poi, sul territorio, in particolare nelle zone della movida come San Lorenzo, ma anche negli altri quartieri della capitale e nelle periferie, gli agenti della Squadra Mobile di Roma che, nel corso delle loro specifiche attività, sono riusciti a individuare tempestivamente e denunciare 2 italiani di 40 e 46 anni, con precedenti di polizia, resisi responsabili, in concorso tra di loro, di rapina, danneggiamento e lesioni personali nei confronti del titolare di un bar di via dei Sabelli.

In particolare, i due uomini, intorno alle 19.15 del 4 settembre scorso, dopo essere entrati nel locale, avevano picchiato e colpito al volto la vittima, procurandogli 25 giorni di prognosi per “trauma cranico, infrazione ossa nasali e contusioni multiple”. Nella circostanza, avevano aggredito anche un parente dello stesso presente nel locale. Poi, minacciando di dar fuoco al locale, dopo aver prelevato del contante dalla cassa, avevano iniziato a distruggere tavolini e sedie.

Da subito, sulle tracce dei due malviventi, gli agenti della VI Sezione della Squadra Mobile che, dopo nemmeno due ore, sono riusciti ad individuare e bloccare, proprio nei pressi del bar, i due soggetti.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE