SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma Termini, tenta di rapinare una giovane che attende il bus, la ragazza reagisce, lui scappa, arrestato

Lo scorso 11 gennaio, la vittima ha denunciato che mentre attendeva un bus ad una fermata in piazza dei Cinquecento, è stata aggredita alle spalle da uno sconosciuto che tentava di impossessarsi del suo smartphone. Lei ha reagito e l'uomo è fuggito. I carabinieri l'hanno rintracciato ed arrestato

printDi :: 21 gennaio 2024 13:50
Carabinieri controlli area Termini

Carabinieri controlli area Termini

(AGR) I Carabinieri del Nucleo Scalo Termini hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 44enne, originario della provincia di Roma, senza fissa dimora e con precedenti, gravemente indiziato del reato di tentata rapina ai danni di una 22enne italiana.

Lo scorso 11 gennaio, la vittima ha denunciato presso gli uffici della Stazione Carabinieri Roma San Giovanni che, nella notte, mentre attendeva un bus ad una fermata in piazza dei Cinquecento, è stata avvicinata alle spalle da uno sconosciuto che, strattonandola, tentava di impossessarsi del suo smartphone. La sua pronta reazione ha scatenato una colluttazione e, solo grazie all’intervento di alcuni presenti, il malvivente è stato messo in fuga. La giovane riportava la distorsione di un dito, giudicata guaribile in tre giorni.

La denuncia acquisita è stata trasmessa ai Carabinieri del Nucleo Roma Scalo Termini, competenti per territorio, che hanno iniziato ad indagare, partendo dall’acquisizione e dalla visione dei filmati di videosorveglianza nella piazza.

I Carabinieri sono riusciti a dare un volto all’uomo, che presentava una vistosa fasciatura ad un piede, e a identificarlo poiché già noto per precedenti reati e perché fermato per un controllo nei pressi della stazione Termini, la mattina precedente ai fatti.

A seguito di riconoscimento fotografico anche da parte della vittima, i Carabinieri si sono messi sulle tracce dell’uomo, rintracciandolo, lo scorso pomeriggio, presso il pronto soccorso dell’ospedale "Sandro Pertini", dove era stato visitato per un problema ortopedico.

L’Autorità Giudiziaria ha disposto per lui la custodia cautelare in carcere e i Carabinieri lo hanno tradotto presso il carcere di Regina Coeli.

Si precisa che, considerato lo stato del procedimento, l’indagato deve ritenersi innocente fino ad eventuale sentenza definitiva.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE