SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma, prevenzione dei reati per le feste natalizie, controlli in tutta la città, ieri cinque arresti

In manette due napoletani, con un coltello avevano bucato la gomma dell'auto della vittima e quando questa è scesa ha tentato di impossesarsi della borsa. I due sono stati bloccati ed arrestati per tentato furto, danneggiamento e porto abusivo di arma da taglio

printDi :: 22 dicembre 2022 13:56
Polizia droga sequestrata a Fidene

Polizia droga sequestrata a Fidene

(AGR) Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Romanina, unitamente a personale della Sezione Volanti, del commissariato Tuscolano e del VII Distretto San Giovanni, durante un servizio straordinario di controllo del territorio hanno effettuato alcuni posti di controllo durante i quali sono state identificate 72 persone e fermati 38 veicoli. Inoltre, sono state controllate 6 persone sottoposte alla misura degli arresti domiciliari e un’attività commerciale di vendita di articoli pirotecnici.

Personale della squadra investigativa del commissariato Romanina, impegnato nei servizi finalizzati al contrasto dei reati predatori, ha arrestato due persone di origine partenopea, poiché gravemente indiziate del reato di tentato furto, danneggiamento aggravato e  porto abusivo di arma da taglio. In particolare, uno dei due uomini, dopo aver bucato con un coltello lo pneumatico di un’autovettura parcheggiata, ha provato ad impossessarsi della borsa della vittima, impegnata a cambiare la ruota forata, mentre il  complice lo attendeva in auto per poi fuggire. L’immediato intervento dei poliziotti ha consentito di bloccarli.  Arrestati entrambi, dopo la convalida dell’arresto, sono stati condannati, il primo un 55enne, ad un anno di reclusione e 240 euro di multa, mentre il secondo, di 47 anni, ad un anno, 3 mesi e 10 giorni di reclusione oltre al pagamento di 300 euro di multa.   

E non si ferma nemmeno l’attività di prevenzione e repressione dei reati legati allo spaccio di stupefacenti. Ancora 3 le persone arrestate in pochi giorni poiché gravemente indiziate di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Gli agenti della Polizia di Stato del X Distretto Lido di Roma, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato all’incrocio tra via Dell’Appagliatore e via Delle Azzorre una macchina con a bordo un ragazzo che, alla loro vista, ha accelerato gettando qualcosa dal finestrino  cercando di confondersi nel flusso delle macchine. Insospettiti, gli agenti hanno inseguito e fermato il conducente, un 34enne romano. La bustina recuperata conteneva cocaina, l’uomo è stato arrestato e dopo la convalida è stata disposta per lui la misura dell’obbligo di presentazione presso la Polizia  Giudiziaria. 

In via dell’Archeologia invece, gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti, intorno alla mezzanotte di lunedì scorso, hanno notato un soggetto, nei pressi di un edificio. Con lui altri soggetti che indicavano di volta in volta a diversi probabili “clienti” l’accesso al locale citato. Insospettitisi, i poliziotti hanno deciso di fermare l’uomo e procedere ad un controllo. Questo, è stato trovato in possesso di un sacchetto di plastica contenente 21 involucri di cellophane trasparente con all’interno cocaina per un peso di circa 6 grammi. Indosso, allo stesso, romano di 35 anni, è stata sequestrata la somma di 260 euro in contanti. Dopo la convalida dell’arresto per lui è stata  disposto l’obbligo di presentazione alla P.G..

Infine in via di Monte Senario, personale della Polizia di Stato del III^ Distretto Fidene-Serpentara, a seguito di dedicati servizi mirati al contrasto degli stupefacenti, ha arrestato un italiano di 38 anni. Lo stesso è stato fermato dagli agenti mentre cedeva alcune dosi di cocaina ad un cliente all’interno della sua vettura parcheggiata. La successiva perquisizione effettuata dagli poliziotti all’interno del veicolo ha permesso di rinvenire 71 involucri di cocaina del peso di 61 grammi e una somma di denaro contanti di 100 euro. L’arresto è stato poi convalidato.

Ad ogni modo gli indagati sono da ritenere presunti innocenti, in considerazione dell'attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE