SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma, picchia moglie e figlioletta di tre mesi, arrestato

Ancora un episodiio di violenza famigliare. Il clichè è oramai identico: ubriaco, torna a casa e sfoga la rabbia su moglie e figli, in questo caso una neonata di soli tre mesi. L'uomo che ha minacciato anche gli agenti è stato arrestato. La donna ha avuto 20 g

printDi :: 13 aprile 2020 14:50
Roma, picchia moglie e figlioletta di tre mesi, arrestato

(AGR) Crescono gli episodi di violenza in famiglia. A Roma, nella mattinata di giovedì scorso, gli agenti del commissariato San Giovanni, diretto da Mauro Baroni, insieme a una pattuglia del Reparto Volanti, sono intervenuti in via Albalonga  per una  lite in famiglia. L'arrivo delle auto era accolto dagli inquilini dove risiedeva una famiglia, allarmati, dalle grida e dai pianti a dirotto provenienti da uno degli appartamenti, dove si udiva distintamente una voce maschile che urlava minacciando qualcuno. Gli agenti, facendo irruzione nell’appartamento  si trovavano davanti una scena drammatica e straziante: una donna in lacrime, molto spaventata, con una neonata tra le braccia che presentava ecchimosi sulla testa. La donna in stato di choc raccontava tra un pianto dirotto  di avere avuto una lite violenta con il compagno, il quale l’avrebbe colpita con calci e schiaffi ed aggiungeva che nella foga aveva colpito anche la figlia di tre mesi.

L’uomo, per nulla intimorito dalla presenza dei poliziotti, ha continuato in maniera aggressiva a minacciare di morte la compagna, minacciando anche i poliziotti.A quel punto, l'uomo veniva bloccato e condotto negli uffici di polizia per gli ulteriori accertamenti.  Veniva quindi identificato per B.C. romano di 40 anni, con precedenti penali. Emergeva, infatti,  che l’uomo non era nuovo a tali comportamenti violenti, soprattutto quando si trovava sotto l’effetto di alcool o droghe, violenze, che venivano confermate anche da alcuni vicini. Nel frattempo, le vittime sono state accompagnate presso il vicino ospedale; la donna veniva medicata con una prognosi di 21 giorni, mentre la piccola è stata ricoverata per accertamenti un paio di giorni.

L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti, violenza  e minacce a pubblico ufficiale ed è stato accompagnato a Regina Coeli; allo stesso, dopo la convalida dell’arresto, il GIP del Tribunale di Roma, su richiesta del P.M. del Gruppo Antiviolenza della  Procura, disponeva la misura cautelare del divieto di avvicinamento.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE