SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma, operazione antidroga della Polizia sulle piazze di spaccio di Fidene e Tufello, 5 arresti

La polizia ha eseguito alcune perquisizioni ed un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 4 italiani ed uno albanese, per traffico di sostanze stupefacenti ed auto riciclaggio, che hanno consentito di disarticolare le piazze di spaccio delle zone di Fidene e Tufello

printDi :: 12 aprile 2024 10:13
Roma, operazione antidroga della Polizia sulle piazze di spaccio di Fidene e Tufello, 5 arresti

(AGR) Personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile di Roma, unitamente ai militari del Nucleo Speciale Polizia Valutaria della Guardia di Finanza, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, ha eseguito alcune perquisizioni ed un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 4 soggetti italiani ed uno albanese, a cui sono contestati a vario titolo i reati di traffico di sostanze stupefacenti ed auto riciclaggio, che hanno consentito di disarticolare delle piazze di spaccio nelle zone di FIDENE-TUFELLO.

L’indagine trae origine da un ingente sequestro di hashish e cocaina (circa 80 kg) effettuato nel marzo del 2021, nell’ambito di una più ampia indagine conclusasi nel dicembre 2022 con l’esecuzione di un provvedimento restrittivo, nei confronti di 5 persone, tra cui un personaggio legato alla ‘ndrangheta.

I successivi approfondimenti investigativi hanno permesso di indagare su altri soggetti, facendo emergere l’esistenza di uno scenario delittuoso nell’area geografica dei quartieri romani di FIDENE-TUFELLO, caratterizzato da due distinti gruppi dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso delle indagini, condotte attraverso intercettazioni sia telefoniche che ambientali, sono stati individuati ed arrestati alcuni spacciatori che si occupavano del coordinamento delle piazze e sanzionati degli assuntori, nonché sequestrati in più riprese ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti quali hashish, cocaina e marijuana per oltre 60 kg, armi da sparo e munizionamento, oltre a cospicue somme di denaro per circa 250.000 euro contante nella disponibilità degli indagati.

Ad ogni modo tutti gli indagati sono da ritenere presunti innocenti, in considerazione dell'attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE