SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma, maxi-sanzione di 8600 euro al gestore di un bar

I Carabinieri del N.I.L. hanno contestato al gestore di un bar l’omessa redazione del documento valutazione dei rischi e l’impiego di un lavoratore assunto a “nero”, elevando una sanzione amministrativa da 8600 euro e la sospensione dell’attività.

printDi :: 05 aprile 2024 15:39
Carabinieri controlli nei locali

Carabinieri controlli nei locali

(AGR) I Carabinieri della Compagnia di Roma Piazza Dante, con il supporto dei militari di altre compagnie del Gruppo Roma, del Nucleo Cinofili e del N.I.L, hanno svolto un ampio servizio di controllo straordinario nella zona di Piazza di Porta Maggiore, mirato al contrasto di ogni forma di illegalità e degrado. Ad esito delle attività 5 persone sono state denunciate a piede libero e una arrestata in flagranza di reato. Identificate, in totale, 195 persone ed eseguito verifiche su 89 veicoli.

Nel corso dei controlli, i Carabinieri hanno arrestato un cittadino egiziano di 20 anni, senza fissa dimora, con precedenti, gravemente indiziato del reato di spaccio di sostanze stupefacenti, dopo essere stato trovato in possesso di oltre 23 dosi di hashish e 20 euro contanti ritenuti provento di attività illecita.

In via Gioberti, invece, un 30enne di origine romena sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Latina, è stato bloccato dai Carabinieri mentre cercava di aprire uno zaino di una turista asiatica. In tre distinte operazioni, sono state denunciate a piede libero dai Carabinieri altre tre persone, un 35enne di origine tunisina fermato alla guida di una moto risultata rubata, un 30enne romano trovato in possesso di 5 dosi di cocaina, e un cittadino romano di 62 anni trovato in possesso di alcune dosi di cocaina e due coltelli di oltre 20 centimetri.

Durante i controlli alle attività commerciali, i Carabinieri del N.I.L. hanno contestato al gestore di un bar l’omessa redazione del documento valutazione dei rischi e l’impiego di un lavoratore assunto a “nero”, elevando una sanzione amministrativa da 8600 euro e la sospensione dell’attività.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE