SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma-Lido, va sempre peggio....si rischia il collasso del servizio, Possanzini (SCE): il Municipio deve mobilitarsi

Sinistra Civica Ecologista X Municipio: Ferrovia Roma Lido, senza interventi tempestivi ci sarà il collasso del servizio. Serve cabina di regia Roma Capitale – Regione Lazio. Porteremo in aula la proposta alla prima riunione del Consiglio

printDi :: 15 novembre 2021 23:15
Roma-Lido, va sempre peggio....si rischia il collasso del servizio, Possanzini (SCE): il Municipio deve mobilitarsi

(AGR) "L’ulteriore riduzione del servizio sulla linea ferroviaria Roma Lido, ad oggi ridotto nei giorni feriali fra le stazioni di Lido Centro e Magliana, ha catapultato nel caos migliaia di pendolari.  - afferma Marco Possanzini, Sinistra Civica Ecologista - Il diritto alla mobilità è a rischio, basta un banale disservizio o la rottura di uno dei pochi convogli in esercizio per interrompere la linea ferroviaria fino a data da destinarsi. L’unica soluzione per mitigare i disservizi, in attesa degli interventi infrastrutturali di ammodernamento della linea, è il recupero dei treni CAF da mettere in esercizio.

La proposta presentata nel 2018 e votata all’unanimità in Consiglio Municipale si è persa nel porto delle nebbie. Nel Gennaio 2019 durante la VI Commissione  della Regione Lazio (lavori pubblici, infrastrutture, mobilità, trasporti), presieduta da Fabio Refrigeri, presenti l’Assessore Regionale Alessandri, l’Assessore Comunale Meleo e la Presidente Di Pillo, si ottenne  una risoluzione, addirittura con relativo finanziamento, che prevedeva l’utilizzo di 5 treni presi dalle linee metropolitane al fine di rinforzare il parco rotabile della Roma Lido. Nonostante questi impegni, nei mesi successivi la condizione della Roma Lido è drammaticamente degenerata fino a raggiungere l’attuale situazione di imminente collasso del servizio di trasporto.

L’emergenza della linea Roma Lido,- continua Possanzini -  i disservizi che gravano quotidianamente sulle spalle di migliaia di pendolari, il rischio che prima del 2024 non ci sarà luce in fondo al tunnel, sono questioni che dobbiamo affrontare con determinazione e tempestività. Serve una reazione immediata, non possiamo e dobbiamo perdere altro tempo. Serve una cabina di regia Roma Capitale – Regione Lazio, una vera e propria unità di crisi dotata di poteri di intervento, capace di avviare una indagine istituzionale esplorativa al fine di verificare le reali possibilità di mettere rapidamente in esercizio altri treni ma soprattutto in grado di gestire la linea ferroviaria Roma Lido, emergenze e servizi bus sostitutivi compresi, anche dopo il subentro di Astral previsto per il 2022.

Tempestività e coordinamento fra gli Enti competenti, quindi Comune di Roma e Regione Lazio, sono elementi indispensabili in questa fase drammatica per la ferrovia Roma Lido e per tutti i cittadini che vedono minato il diritto alla mobilità. Presenteremo in Aula Municipale, appena possibile, una proposta in tal senso".

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE