SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma-Lido, cresce la protesta dei pendolari

print17 ottobre 2019 16:25
Roma-Lido, cresce la protesta dei pendolari
(AGR) Gli ultimi gravi disagi affrontati dai pendolari della Roma-Lido ha dato il via ad una mobilitazione di massa e ad un impegno comune per un definitivo miglioramento della linea e delle condizioni in cui si viaggia. E’ stata, nutrita, infatti, la partecipazione dei cittadini all'assemblea indetta dal Comitato Pendolari della Roma-Lido. Complici i disservizi delle scorse settimane, cittadini, associazioni, emittenti locali, rappresenti della linea Roma Viterbo, ma anche alcuni rappresentanti istituzionali locali hanno preso parte all'incontro svoltosi ad Acilia, in Piazza Capelvenere.

“Il presidente del Comitato Maurizio Messina, - si legge su facebook - nel precisare l'autonomia rispetto ai partiti politici, ha illustrato ai presenti lo stato dell'arte dei principali argomenti inerenti la tratta ferroviaria Roma-Ostia.

L’analisi è partita dalla questione dell'insufficienza dei treni realmente in funzione, al rinnovo del contratto di servizio, al problema dei due cantieri bloccati sulla linea, alle opere accessorie della stazione Acilia Sud Dragona, alla questione business Park di Tor di Valle ed al relativo impatto sul X municipio.

Molti gli interventi dei partecipanti, che hanno approfondito questioni ben note a tutti i pendolari, quali: lo stato di degrado delle stazioni, la loro accessibilità per le persone disabili, la mancanza di trasparenza e comunicazione di ATAC, nuove proposte per migliorare le frequenze, necessità di trasformazione della tratta in metro e richiesta di una maggiore presenza dell'amministrazione locale (leggi….Municipio Xndr) che si faccia carico di rappresentare il territorio con la frammentata gamma di referenti istituzionali oggi coinvolti (regione, comune, ATAC..etc.).L'assemblea ha infine unanimemente ravvisato la necessità di passare, nei prossimi giorni, a forme di mobilitazione a cui chiamare i pendolari, e di lavorare di raccordo con gli altri Comitati pendolari delle ferrovie ex concesse. A tal fine si è convenuto di realizzare nell'immediato due assemblee pubbliche presso le stazioni di Acilia e lido Centro, per cercare di coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE