SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma, il ladro con il ciclomotore, riconosciuto quale l'autore di 7 furti, finisce ai domiciliari

Un cittadino capoverdiano 41 anni indiziato di aver compiuto 7 furti a Prati è stato posto agli arresti domiciliari dopo che gli agenti lo avevano individuato quale l'autore, a bordo di un motoveicolo, del furto di borse ed oggetti di valore agli avventori di bar, locali e ristoranti.

printDi :: 24 febbraio 2022 14:17
Polizia commissariato Prati

Polizia commissariato Prati

(AGR) Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Prati, a seguito di approfondite e tempestive indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma,  hanno proceduto all’esecuzione di due ordinanze di applicazione di misura  cautelare personale degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Roma  nei confronti di un cittadino capoverdiano di 41 anni, con precedenti di polizia, perché gravemente indiziato della commissione di 7 furti aggravati commessi nei quartieri Prati e Delle Vittorie), nonché di ricettazione del ciclomotore utilizzato durante la commissione dei reati e di resistenza a Pubblico Ufficiale.

In particolare, a seguito di attività info- investigativa da parte degli agenti di Polizia, posta in essere a partire dal mese di settembre 2021, emergeva la presenza di un soggetto che, a bordo di un motoveicolo, si aggirava per le strade dei quartieri  nella zona Prati –delle Vittorie   e asportava borse ed oggetti di valore agli avventori di bar, locali e ristoranti.

Grazie ad alcuni servizi di appostamento e monitoraggio messi in atto dagli agenti sono stati acquisti i primi riscontri, tra i quali l’individuazione dello scooter.

In particolare, durante un servizio effettuato alla fine di ottobre, gli investigatori hanno notato un ciclomotore condotto da un uomo che, per alcune descrizioni fisiche e il colore,  poteva essere stato utilizzato dall’autore dei reati. Rilevata la targa, gli investigatori, hanno provato a seguirlo, non riuscendoci però a causa del traffico.

Dopo aver controllato lo scooter nelle banche dati della Polizia, è emerso che era  provento di furto. Gli agenti, allora, hanno proseguito con i servizi dedicati di appostamento, riuscendo così ad intercettare la persona qualche giorno dopo, mentre saliva sul ciclomotore e, a bloccarlo, dopo una breve fuga, malgrado lo stesso opponesse resistenza.

Controllato lo scooter, i poliziotti del commissariato hanno rinvenuto all’interno del bauletto oggetti riconducibili all’attività delittuosa fra le quali alcune borse griffate. Nel vano portaoggetti, invece, hanno sequestrato un certificato di vaccinazione Covid – 19 intestato ad una delle vittime, la matrice di un biglietto aereo ed altri oggetti.

Gli agenti, per corroborare tutta l’ipotesi investigativa, hanno convocato le vittime, sottoponendole ad individuazione fotografica, durante la quale hanno riconosciuto il soggetto individuato come autore dei furti subiti e denunciati.  

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE