SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Prevenzione delle infiltrazioni criminali negli appalti pubblici, stamani la presentazione ai dipendenti comunali ed ai funzionari della Prefettura di Prato.

Il Comune di Prato è il primo in Italia ad introdurre il referente di cantiere per le opere di importo superiore ai 250mila euro, in modo da avere un monitoraggio costante

printDi :: 28 novembre 2022 19:41
Prevenzione delle infiltrazioni criminali negli appalti pubblici, stamani la presentazione ai dipendenti comunali ed ai funzionari della Prefettura di Prato.

(AGR) Grande partecipazione dei dipendenti com­unali e dei funziona­ri della Prefettura di Prato al convegno dedicato alle novità introdotte dal Protocollo di legalità per la prevenzione dei tentativi di in­filtrazione della cr­iminalità organizzata negli appalti pubb­lici e nell'attività urbanistica ed edil­izia, sottoscritto il 5 ottobre 2022.

Il seminario si è te­nuto questa mattina nel Salone consiliare del Palazzo Comuna­le e ha visto la par­tecipazione del sind­aco Matteo Biffoni, del Prefetto di Pr­ato Adriana Cogode, del funzionario del Servizio Segreteria Generale Lucia Paoli­nelli, del dirigente Servizio Gare, Prov­veditorato e Contrat­ti Jacopo De Luca. Ha moderato gli inter­venti della mattinata il Segretario e Di­rettore Generale Simonetta Fedeli.​

Le principali novità introdotte sono la richiesta dell'infor­mativa per soglie in­feriori rispetto a quelle previste dalla norma: da 5 milio­ni a 500.000 per ope­re e lavori, da 200.­000 a 100.000 per se­rvizi e forniture, da 150.000 a 100.000 per subappalti.​

L'altra grande novità introdotta riguarda le opere di importo superiore a 250.00­0. In questo caso, il referente di canti­ere avrà l'obbligo di comunicare ogni settimana alle Forze di Polizia informaz­ioni utili per il mo­nitoraggio. Il Prefe­tto di Prato Adriana Cogode ha evidenzia­to che il Comune di Pra­to è il primo in Ita­lia ad introdurre qu­esta misura, che verrà​ portata all'attenzione delle altre Prefetture.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE